eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 28 novembre 2013


GOWAN E ISAGRO, NUOVO ACCORDO DI COLLABORAZIONE

Ufficiale l'accordo di partnership, già preannunciato a fine luglio, tra Gowan Company e Isagro Spa, che combinerà - in maniera sinergica e complementare - la notevole disponibilità di prodotti e possibilità di ricerca di nuove soluzioni di Isagro, con la grande capacità di sviluppo sul campo e orientamento al mercato di Gowan.
Concluso l'iter necessario, è stata infatti costituita la nuova BasJes Holding Srl, frutto di una partnership fondata su un investimento di capitale da parte del gruppo Gowan, che comunque non comporta cambiamenti nel controllo maggioritario di Isagro, che rimane detenuto da Piemme Srl.
I due partner stanno partecipando congiuntamente all'identificazione delle strategie di business e sinergie di mercato più interessanti per un reciproco sviluppo.
"Questo accordo - commenta Giorgio Basile, presidente e amministratore delegato di Isagro - rafforza sul lungo periodo i progetti industriali di Isagro, anche grazie al consolidamento della sua struttura finanziaria. In questa fase possiamo quantificare solo una parte dei vantaggi di questo accordo, molti dei quali saranno apprezzabili in futuro. In tal senso è stato creato un Business Coordination Committee, che prevede due responsabili per ogni società, con l'obiettivo di identificare, valutare e dare raccomandazioni sui progetti di interesse comune di Isagro e Gowan".
Juli Jessen, amministratore delegato del Gruppo Gowan, ha dichiarato: "Questa partnership unisce la capacità di ricerca di Isagro, con l'esperienza di campo e il contatto col mercato di Gowan. La prima arriva da una spiccata creatività scientifica in laboratorio; l'altra ha preso origine negli orti dell'Arizona ed è poi cresciuta nel mondo. Una stretta collaborazione porterà il meglio per entrambe le prospettive di sviluppo, in stretta connessione fra loro. Insieme, potremo mettere a disposizione degli agricoltori nuove soluzioni, sicure ed efficaci, per salvaguardare il reddito delle proprie colture, e garantire quindi un valore aggiunto per il settore agricolo".
Grazie a questa collaborazione, già dal 2014 Gowan Italia potrà presentare nel proprio catalogo anche agrofarmaci di proprietà Isagro, ampliando così la propria offerta commerciale, già molto estesa.

I Gruppi in cifre
Gowan

- Quasi 500 milioni di dollari di fatturato, con oltre 600 dipendenti in tutto il mondo.
- 1 stabilimento produttivo Gowan Milling.
- Strutture commerciali organizzate in Stati Uniti, Canada, Messico, Italia, Francia, Spagna, Regno Unito e Germania, oltre a canali di vendita in molti altri Paesi del mondo.

Isagro
- 150 milioni di euro di fatturato, con 620 dipendenti in tutto il mondo, di cui circa 100 nel settore Ricerca e Sviluppo.
- 4 stabilimenti produttivi in Italia più uno in India, 1 centro Ricerca e Sviluppo e 1 centro di prove sperimentali in Italia.
- Strutture commerciali organizzate in India, Colombia, Spagna e Stati Uniti.

Novità nel catalogo Gowan Italia
L'accordo porta interessanti novità all'interno dell'offerta Gowan Italia già a partire dalla stagione in corso. Gowan Italia potrà infatti mettere a disposizione della propria clientela i rameici Isagro e i formulati a base di kiralaxyl, che andranno ad integrare perfettamente la già qualificata gamma antiperonosporica capeggiata da zoxamide. Con il tetraconazolo poi si ampliano le possibilità di scelta tra i fungicidi triazolici, per il controllo dell'Oidio su vite, della cercospora su bietola ed altre applicazioni. Fra gli altri, si segnala infine anche l'importante entrata del bio-fungicida a base di Trichoderma per la prevenzione delle malattie del terreno e per il controllo del Mal dell'Esca della Vite (estensione d'impiego già prevista per fine 2013).   

Nella foto, da sinistra: Juli Jessen, amministratore delegato del Gruppo Gowan; Giorgio Basile, presidente e amministratore delegato di Isagro.

Fonte: Gowan Italia


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: