eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

lunedì 19 maggio 2014


BESTACK: 10 ANNI DI IMBALLAGGI UNICI, CONTENITORI DELLA GRANDE BELLEZZA… DELL’ORTOFRUTTA MADE IN ITALY

Il consorzio nazionale dei produttori di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta Bestack ha festeggiato il decennale della sua attività con un evento esclusivo: gli scatti di Gianni Fiorito, fotografo di scena del film premio Oscar di Sorrentino, in mostra in via del tutto esclusiva a Roma in un originale allestimento fatto di cassette in cartone ondulato, rigorosamente firmate Bestack.

Fiorito, ospite della mostra/evento che si è tenuta venerdì 16 maggio alla Casina di Macchia Madama, sui colli romani, ha raccontato come la fotografia di scena sia anch’essa il contenitore ideale del film, ovvero la “confezione” che valorizza al meglio tutti quegli aspetti che solitamente il pubblico non vede… ma che ne costituiscono la vera bellezza. 

Dieci anni di analisi, approfondimenti, banche dati, case history, collaborazioni con enti non profit e dipartimenti universitari, per studiare le caratteristiche del cartone ondulato, migliorare le performance di questo tipo di packaging e garantirne elevati standard qualitativi, al fine di portare innovazione al comparto produttivo e contribuire alla competitività dell’ortofrutta italiana. Dieci anni di ricerca  e di qualità per imballaggi unici, in grado di valorizzare al meglio… La Grande Bellezza di frutta e verdura made in Italy.

scatti mostra fotografica bestack anniversario dieci anni

BESTACK, il consorzio nazionale che riunisce i produttori di cartone ondulato per ortofrutta, ha compiuto 10 anni e festeggiato in grande stile questo primo importante anniversario con un evento esclusivo dedicato al film premio Oscar di Paolo Sorrentino, che nei mesi scorsi ha conquistato l’Italia e il mondo intero: 13 scatti sul set de La Grande Bellezza realizzati dal fotografo di scena Gianni Fiorito, in mostra a Roma in un originale allestimento fatto di… imballaggi in cartone ondulato. 
L'evento è avvenuto in concomitanza con la cena di gala dei produttori italiani di cartone ondulato invitati al meeting annuale organizzato da GIFCO, il Gruppo Italiano Fabbricanti Cartone Ondulato, di cui Bestack fa parte, che quest’anno  ha scelto Roma per riunirsi a convegno (16-17 maggio) e fare un bilancio sullo stato dell’arte del comparto italiano.  

bestack anniversario dieci anni evento roma pubblico, italiafruit

Alla presenza dei produttori italiani del comparto, di rappresentanti del mondo dell’ortofrutta italiana e di giornalisti, Gianni Fiorito, fotografo di scena ufficiale di Sorrentino, che lavora con il regista partenopeo dal 2000, come si accennava, ha spiegato il significato della mostra e il sottile fil rouge che unisce il mondo della fotografia di scena a quello degli imballaggi per ortofrutta: entrambi sono contenitori ideali della bellezza del contenuto (il film nel primo caso, l’ortofrutta di qualità nel secondo). 
Cosa si intende per contenitori ideali? “Sono quelle confezioni in grado di valorizzare, conservare in equilibrio perfetto e preservare la caratteristiche e i punti di forza di quello che è il contenuto”, ha esordito Fiorito davanti al pubblico della mostra. Una fotografia deve riuscire a narrare una storia, trasmettere una memoria. Dentro ogni fotografia deve sempre esserci un pensiero che, in un “attimo determinante”, diventa racconto. Ecco: quando una fotografia riesce a trasmettere ad altri una storia, ad emozionare, a far sì che attraverso gli occhi di chi guarda si crei una connessione tra cuore e cervello quella fotografia è arte”.

bestack mostra fotpgrafica roma anniversario dieci anni, scatto attore servillo dal film la grande bellezza, italiafruit

La fotografia di scena è il contenitore di tutto quello che avviene su un set, davanti e dietro la macchina da presa. E’ l’arte visiva che indaga il dietro le quinte, che immortala le singole pose, i singoli gesti prima del “ciak”, gli scambi fra attori e registi, gli sguardi assorti prima di recitare una parte. E’ la capacità di raccontare il film da un punto di vista inedito, che spesso non coincide con quello del regista.  
“Credo che un bravo fotografo di scena - ha continuato Fiorito durante l’evento romano - sia quello che riesce a muoversi silenziosamente sul set e a immortalare singoli momenti, espressioni ed emozioni che nascono dietro le quinte o che si creano davanti alla macchina da presa, regalando immagini inedite, altrimenti non viste. Tornando alla metafora del contenitore, la fotografia di scena è una sorta di scatola magica che contiene al suo interno tutti quegli aspetti del film a cui solitamente il pubblico non presta attenzione, o che non vede, e li valorizza nel modo migliore”.

Un contenitore speciale, insomma, capace di mettere in luce ed esaltare al meglio le caratteristiche uniche del contenuto, di conservarle e di proteggerle:  lo è la fotografia di scena, così come lo sono le cassette in cartone ondulato certificate Bestack, imballaggi unici per performance e prestazioni, naturali, rinnovabili e riciclabili  al 100%, che preservano frutta e verdura dai danneggiamenti che possono subire i prodotti sfusi e che garantiscono una shelf life maggiore rispetto ad altre soluzioni

Piero Attoma, Presidente di Bestack, ha aperto la serata salutando gli invitati e ricordando il grande lavoro che il mondo Bestack ha svolto in questo decennio al servizio dell'ortofrutta italiana per conservarne e valorizzarne le straordinarie caratteristiche distintive. 

evento bestack anniversario dieci anni, attoma piero, presidente bestack, italiafruit

“Il nostro Paese ha tante bellezze, una di queste è la vocazione alimentare, ortofrutticola in particolare - ha dichiarato il direttore di Bestack, Claudio Dall’Agata. Per Bestack, che produce contenitori, la Grande Bellezza è l’ortofrutta made in Italy. L’impegno quotidiano del consorzio in questi ultimi dieci anni si è concentrato nello studiare come valorizzare al meglio frutta e verdura del nostro Paese attraverso un tipo di imballaggio in grado di esaltarne al meglio tutte le caratteristiche. Di conservarne e valorizzarne la bellezza, che, parlando nella lingua dell’agroalimentare, è sinonimo di provenienza, di tipicità e quindi di qualità italiana”.

bestack anniversario dieci anni, claudio dall'agata direttore bestack

Il cartone ondulato, inoltre, è per eccellenza il packaging amico dell’ambiente: gli imballaggi per ortofrutta certificati Bestack sono infatti rinnovabili. Un concetto, quello della rinnovabilità, che quando si parla di sostenibilità ambientale solitamente viene associato all’energia, ma che ha un peso fondamentale anche in relazione alla materia. La fibra vergine utilizzata per produrre gli imballaggi in cartone ondulato Bestack, infatti, proviene da foreste gestite in modo sostenibile, dove per ogni albero tagliato ne vengono piantati tre: ciò significa che, grazie al cartone ondulato, crescono le foreste. 

Compare frutta e verdura conservate negli imballaggi in cartone ondulato vuol dire quindi avere un occhio di riguardo per l’ambiente, con la garanzia che il packaging, una volta giunto a fine vita, se correttamente smaltito viene completamente riciclato per produrre altro cartone ondulato. 
Vuol dire anche contenere gli sprechi. E’ dimostrato che frutta e verdura conservate negli imballaggi in cartone ondulato mantengono un grado di conservabilità maggiore e quindi hanno meno possibilità di finire nella spazzatura: una delle ultime ricerche promosse da Bestack e condotta dall’Università di Bologna parla di una shelf life superiore del 20% rispetto all’ortofrutta conservata in altri tipi di imballaggio.
Frutta e verdura sono anche più sicure e più igieniche, in quanto il cartone ondulato, per sua stessa natura, trattiene parte della carica batterica, trasferendone di meno sul prodotto contenuto.

Igiene e sicurezza, shelf life, sostenibilità ambientale, rinnovabilità della materia prima certificata, riduzione degli sprechi, massimo grado di personalizzazione del prodotto: sono solo alcune delle caratteristiche che fanno del cartone ondulato un packaging unico, la soluzione ideale per movimentare e conservare frutta e verdura. 

“Per un’Italia dell’ortofrutta che vuole esportare la propria Grande Bellezza, è indispensabile avere imballaggi resistenti, specie sulle esportazioni lontane, su cui stampare il tricolore, portare il proprio prodotto nel mondo e renderlo attraente e più visibile - conclude il direttore di Bestack, Claudio dall’Agata. La confezione, specialmente per i prodotti freschi, ha un importanza fondamentale: deve proteggere il contenuto, mantenere le caratteristiche organolettiche fino al consumo, evidenziare la provenienza e la distintintività del prodotto, semplificare i trasporti, limitare gli impatti sull’ambiente. Proprio per questo, in Italia, si utilizza prevalentemente cartone ondulato per confezionare frutta e verdura. Gli imballaggi in cartone ondulato hanno infatti una quota di mercato che supera il 30% del totale complessivo. Per garantire ancora di più il prodotto, Bestack ha sviluppato una certificazione che garantisce performance e caratteristiche qualitative dei propri imballaggi. Dopo dieci di attività, oggi quasi il 90% degli imballaggi prodotti dalle aziende consorziate ha le stesse dimensioni di base, caratteristica che facilita l’impilamento, e quindi il trasporto e la logistica, e oltre il 30% di essi vanta la certificazione del marchio Bestack Quality Approved”. (c.d.)

Fonte: Ufficio Stampa Bestack



Altri articoli che potrebbero interessarti: