eventi
CIBUS
Parma 
1-4 Settembre 2020  
MACFRUT 
Rimini
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

mercoledì 31 maggio 2017


Pomì potenzia gli stabilimenti e accelera in Usa

Investimenti nei tre impianti di lavorazione tra Emilia e lombardia. E un mercato americano in crescita con il marchio pomì. Costantino Vaia, direttore generale del Consorzio Casalasco del Pomodoro e Ceo di Pomì Usa Inc, fa il punto con Italiafruit News sulla prossima campagna del pomodoro da industria.

Direttore, cosa si aspetta dalla campagna 2017? Quali prospettive per la materia prima?
Per quanto riguarda la situazione italiana, dividendo le informazioni sui due poli produttivi, nel Distretto del Pomodoro del Nord Italia i trapianti finora hanno avuto un decorso regolare, a parte piccoli rinvii causati da intense piogge a inizio maggio.
In termini di ettari destinati alla coltivazione di pomodoro da industria, i dati indicano un calo del 10% circa rispetto al 2016, le condizioni meteo/climatiche per lo sviluppo della pianta sono nella norma, anche se è ancora un po’ troppo presto per fare previsioni.
Al Sud Italia sembrano essere confermati anche per il 2017 circa 2,5 milioni di tonnellate, in linea con la programmazione del 2016 (anche se poi la produzione effettiva dello scorso anno è stata 2,35 milioni di ton).

Casalasco è una cooperativa: quanto pagherà il pomodoro ai suoi conferenti?
In quanto cooperativa, a differenza del prezzo di riferimento dell'Interprofessione, il pomodoro sarà valorizzato e pagato "a bilancio".
Questo sta a significare che, annualmente, è stabilito un prezzo di remunerazione della materia prima solo dopo le risultanze di bilancio relative all'esercizio precedente.

Nell’ultimo decennio la cooperativa è sempre riuscita a garantire ai propri agricoltori associati una remunerazione soddisfacente, superiore ai prezzi definiti dagli accordi interprofessionali. A questo vanno aggiunti i servizi che garantiscono a tutti i soci assistenza tecnica in campo, agevolazioni economiche e finanziarie attraverso acquisti collettivi di semi e piantine di pomodoro, fertilizzanti, agrofarmaci, impianti e materiali per la fertirrigazione, formazione e divulgazione di tecniche di coltivazione innovative come sonde geotermiche, mezzi con guide satellitari.

Come vanno gli affari in Usa di Pomì?
La Pomì Usa Inc. è la società distributrice di Pomì nel Nord America. Nata nel 2009 e controllata al 100% dal Consorzio Casalasco svolge tutte le attività commerciali e di marketing per raggiungere oltre 20mila punti vendita su tutti gli stati. Il prodotto italiano di filiera è molto apprezzato negli Stati Uniti e i risultati della controllata lo dimostrano.

Nel 2016, oltre alla gamma “convenzionale”, è stato lanciato anche il prodotto biologico (Pomì Organic), sia di polpa che di passata in brick da 750 grammi, che sta velocemente guadagnando quote di mercato.
Pomì copre le più importanti aree metropolitane dell'area Nord Est, Florida e California posizionandosi in tutti i retailer di maggior rilevanza.
Tra la fine de 2016 e l'inizio di quest’anno è stata impostata una massiccia campagna di comunicazione TV e digital con uno spot il cui claim recita l'essenza del percepito del brand: "Perfection is Simple"

Quali nuovi investimenti per valorizzare il prodotto Made in Italy nel mondo?
Il Consorzio Casalasco ha sempre investito importanti risorse sia nella valorizzazione che nella produzione di derivati del pomodoro 100% italiani di filiera.
Per il 2017 gli investimenti in tecnologia copriranno i tre siti produttivi e saranno volti a aumentare ulteriormente la capacità di confezionamento; a Rivarolo del Re (Cremona) sarà installata una nuova linea Tetra Recart capace di riempire prodotti base o ricettati di varia natura; a Fontanellato, in provincia di Parma, stiamo ultimando le fasi di montaggio di due linee Speed di nuova generazione della Combibloc per confezionare sia pomodoro che zuppe e minestre pronte in diversi formati da 500-750 grammi e da un chilo, mentre a Gariga di Podenzano (Piacenza) stiamo completando l’estensione della zona produttiva con nuovi immobili che ospiteranno una modernissima linea di confezionamento di tubetti in alluminio per concentrato, ketchup e salse pronte. Inaugurazione a luglio 2017.

Copyright 2017 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: