eventi
IPM ESSEN 2020
Essen (Germania)
28-31 Gennaio 2020
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
FRESKON 2020
Salonicco (Grecia)
2-4 Aprile 2020

MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 9 luglio 2018


Kiwi greco superstar, Italia preoccupata

Kiwi greco superstar: in un’annata particolare, caratterizzata per l’Italia da bassi volumi (il 20% meno della precedente stagione, stando alle stime del Cso Italy) e remunerazioni buone ma per certi versi al di sotto delle aspettative, la produzione ellenica (185mila le tonnellate previste, il 16% in più) si è consolidata e, sfruttando la carenza di materia prima un po' in tutto l'Emisfero Nord, ha avuto ampio spazio sul mercato continentale.

“Stiamo per chiudere una campagna commerciale sottotono - spiega Massimo Ceradini della veronese Kingfruit Srl - nel senso che, nonostante i quantitativi ridotti e una qualità tutt’altro che scadente, le vendite sono state deludenti: facciamo fatica a finire il prodotto in magazzino e in questa fase dobbiamo competere con l’offerta del Cile, dalla modesta qualità ma dai prezzi più bassi dei nostri, in certi casi anche del 30%. Insomma - prosegue Ceradini - le  aspettative di inizio stagione si sono scontrate con la realtà: da febbraio il mercato ha iniziato a calare e, anche se le quotazioni medie non sono state basse, si sono rivelate inferiori alle attese. Ma soprattutto è un anno che passerà alla storia perché il kiwi greco si è fatto conoscere nel mondo e ha mostrato una qualità migliore rispetto agli anni precedenti”.



“L’impressione - il commento del responsabile marketing di Naturitalia Augusto Renella - è che la Grecia abbia approfittato degli spazi lasciati liberi dal kiwi italiano per consolidarsi in Europa e spuntare remunerazioni più elevate del passato con un prodotto di discreta qualità. Il frutto greco, inoltre, è rimasto sul mercato più a lungo: solitamente da fine gennaio-inizio febbraio era poco diffuso, mentre quest’anno è rimasto protagonista sino a marzo. I greci si sono consolidati e hanno intercettato una domanda nuova e diversa, ciò potrebbe galvanizzarli ulteriormente anche nell’ottica di futuri investimenti. Va comunque evidenziato che è stata una stagione davvero anomala - conclude l’esponente della business unit di Apo Conerpo - vedremo cosa succederà con il ritorno alla normalità”.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: