eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Mercato di Milano lunedì 27 maggio 2019


Mercato di Milano, slitta l'inizio dei lavori

Slitta all'inizio del 2020 la posa della prima pietra del "nuovo" Ortomercato di Milano. "L'aspetto finanziario è a posto, sarà Banco Bpm il riferimento per il prestito da 50 milioni di euro a scadenza ventennale, ma dobbiamo fare i conti con i tempi, lunghissimi, della burocrazia nel settore pubblico", spiega a Italiafruit News il riconfermato presidente di Sogemi Cesare Ferrero. "Volendo potremmo probabilmente partire, con la piattaforma logistica, a dicembre 2019, ma non avrebbe senso bloccare le operazioni sul nascere per le festività di fine anno". I tempi si allungano, i lavori dovrebbero durare poi almeno un paio d'anni, ma Ferrero resta ottimista. E si mette in gioco: "Se non vedrò la conclusione dei lavori per la fine del mandato, non avrò adempiuto e raggiunto il mio obiettivo".



L'ingresso nel Cda della società di gestione di un rappresentante dei grossisti - oltre che dell’Unione del Commercio di Milano-Confcommercio -, la vicepresidente di Fedagro Elena Maria Letizia Ciocio, viene salutato con favore: "Il dialogo nella fase cruciale per il restyling del Centro agroalimentare sarà più facile". 



Nei giorni scorsi è stato firmato un verbale di intesa con il Consolato Generale di Tunisia (nella foto di apertura) per favorire i rapporti commerciali tra Milano e Tunisi e lo sviluppo dello scambio dei prodotti agroalimentari: "E' il Paese del Nord Africa meno attivo nel business ortofrutticolo con l'Italia, con questo accordo puntiamo a rifornirci direttamente evitando le triangolazioni che spesso portano in Italia merci tunisine provenienti dalla Spagna", puntualizza Ferrero. "Il mercato milanese rappresenterà la principale destinazione di una ricca produzione agroalimentare. E stiamo mettendo in cantiere un forte sviluppo delle attività internazionali di import-export e la stipula di numerosi accordi di collaborazione con alcune delle principali aree geografiche di produzione o di consumo dei prodotti agroalimentari". 

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: