eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 11 luglio 2019


Parla tedesco la Commissione Agricoltura del Parlamento Ue

Va al tedesco Norbert Lins, espressione del Partito Popolare Europeo, la presidenza della Commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale: per lui 36 voti contri gli 11 della francese Maxette Pirbakas, di Guadalupa, candidata "sovranista" di Identità e Democrazia, lo schieramento di cui fanno parte Lega e Raggruppamento nazionale, il partito di Marine Le Pen. E’ il risultato della riunione costitutiva che si è svolta ieri pomeriggio a Bruxelles. Primo vicepresidente il portoghese Francisco Guerreiro dei Verdi-Alleanza Libera Europa (38 voti), secondo vicepresidente il romeno Daniel Buda (37 voti), dei Popolari. I deputati hanno deciso, con 29 voti favorevoli a 16 contrari e due astensioni, di rinviare le elezioni del terzo e del quarto vicepresidente alla prossima riunione del 23 luglioNiente da fare, dunque, almeno per il momento, per Paolo De Castro.



Classe 1977 Lins, in quota alla Cdu, è stato eletto la prima volta deputato al Parlamento europeo nel 2014 lavorando  in seno alla commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare. Dal 2017 è membro della commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale e del comitato speciale per la procedura di autorizzazione dell'Unione per i pesticidi. Ha affermato a caldo che "c'è molto lavoro davanti a noi soprattutto con riferimento alla riforma della Politica agricola comune” e sottolineato che agricoltori e consumatori “si aspettano molto da noi“. 

La commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale è responsabile - secondo il regolamento parlamentare - del funzionamento e lo sviluppo della Pac, di sviluppo rurale, legislazione su questioni fitosanitarie, miglioramento della qualità dei prodotti agricoli, forniture di materie prime agricole e segue inoltre l’Ufficio comunitario delle varietà vegetali.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: