eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Mercato ortofrutticolo di Aversa martedì 3 settembre 2019


Sos per il Mercato di Aversa

Sos per il Mercato ortofrutticolo di Aversa. L’importante struttura casertana, attiva ormai da mezzo secolo, risente delle vetustà e delle problematiche legate alla condizioni igieniche. Una questione spinosa, che si trascina da tempo e che ha portato nei giorni scorsi il sindaco Alfonso Golia a incontrare gli operatori, nell’area mercatale, per verificare la situazione e cercare di calmare i grossisti.
 
Dall’incontro è emersa la necessità di effettuare una pulizia radicale dell’area, rafforzando il controllo della Polizia municipale. Commercianti e concessionari chiedono, inoltre, un blocco all’entrata con pagamento di ticket per coloro che non appartengono al Comune di Aversa e che si recano nell’area mercatale per acquistare merce, controllando inoltre che essi non portino rifiuti da depositare all’interno dell’area.


Un post su Facebook che denuncia la condizione del Mercato di Aversa

Dopo l’incontro, lo stato di agitazione degli operatori sembra essersi calmato ma molti nodi restano da sciogliere. Il 16 e 17 agosto il mercato di viale Europa era stato temporaneamente chiuso con ordinanza del primo cittadino. Da tempo si parla di chiudere e trasferire la struttura, ma nulla è mai stato deciso in merito. "Nel mercato ortofrutticolo di Aversa l’anormalità è divenuta normalità", la denuncia di un operatore. "Sono anni che i camion scaricano e caricano i prodotti fuori dalla struttura e che vendono fuori dal recinto. Vogliamo una alternativa a questa struttura che igienicamente non può più reggere". Tra addetti e indotto, sono oltre 300 le persone che lavorano al Mercato di Aversa.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: