eventi
THINK FRESH
7 Settembre 2020
MACFRUT  DIGITAL
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

lunedì 13 luglio 2020


La mela resistente ai cambiamenti climatici

Si chiama HOT84A1 ed è la prima mela resistente ai cambiamenti climatici - frutto del programma Hot Climate portato avanti dall'Istituto di tecnologia di ricerca agricola e alimentare (Irta) della Catalogna, Fruit Futur (uassociazione dei principali produttori di frutta in Catalogna come Actel, Fruits de Ponent, Nufri e Poma de Girona) e della neozelandese Plant & Food Research - che sarà commercializzata da T&G Global.

In un clima che cambia, e che si fa sempre più caldo, il programma in questione vuole offrire un percorso di sostenibilità a lungo termine per la produzione di mele. E, come spiega Peter Landon-Lane, direttore tecnico del gruppo neozelandese, nonostante il climate change ai consumatori vanno garantite mele dal gusto eccezionale e croccanti.



"Sappiamo che il clima del mondo sta cambiando e che i consumatori continueranno a chiedere alimenti gustosi, sani, sicuri e che siano prodotti in modo sostenibile, quindi T&G Global, insieme ai nostri partner del programma Hot Climate, si sta preparando per questo sviluppando e commercializzando mele che sono climate change resistant", spiega il manager in una nota diffusa da T&G Global.

"La prima varietà commercializzata è HOT84A1, che abbiamo sperimentato con successo in Spagna, dove le temperature raggiungono più di 40° C - prosegue Landon-Lane - Questa mela ha dimostrato di essere resistente alle scottature solari, pur mantenendo eccellenti livelli qualitativi. È una mela rossa, succosa e dolce, con una grande croccantezza che sappiamo piacerà ai consumatori. Coltivando nuove varietà innovative, come HOT84A1, offriamo ai produttori l'opportunità di coltivare frutti in regioni precedentemente non adatte alla produzione, nonché l'avvicinarsi ai mercati di consumo. Inoltre, le piante allevate per una serie specifica di condizioni, come queste mele per un clima caldo e secco, sono più resistenti e richiedono meno input, come acqua e fertilizzanti, e quindi supportano sistemi di produzione efficienti e intelligenti".



"E' davvero emozionante vedere la prima varietà dell'Hot climate programme entrare nella sua fase di commercializzazione- afferma Richard Volz di Plant & Food Research - L'allevamento di nuove varietà di mele e pere richiede tempo. Una nuova varietà commerciale è il culmine di anni di test, utili ad assicurare un albero che produce i frutti che le persone vogliono mangiare".

T&G Global sta guidando la commercializzazione del programma Hot Climate e ha creato una rete globale di sei partner per testare e commercializzare inizialmente HOT84A1; Waimea Nurseries (in Nuova Zelanda), TopFruit (in Sudafrica), Dalival (in Europa), Worldwide Fruit (nel Regno Unito), Montagues (in Australia) e Fruit Futur (in Spagna). Fruit Futur pianificherà i primi impianti commerciali di HOT84A1 nella penisola iberica nel febbraio 2021 e si prevede che seguiranno le licenze per altre parti del mondo.

"Vogliamo espandere il numero di organizzazioni che sperimentano e valutano la nuova varietà, in modo da poterla testare in modo solido in vari territori - conclude Peter Landon-Lane - Accogliamo con favore le manifestazioni di interesse di coltivatori e operatori di tutto il mondo"

Copyright 2020 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: