eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

venerdì 17 luglio 2020


Isi Sementi mette il turbo alle baby leaf

Quando le temperature si alzano è più difficile avere un'emergenza rapida e contemporanea delle baby leaf. Ma la tecnologia applicata direttamente al seme permette di avere una germinazione ottimale, bypassando il fenomeno della termodormienza e garantendo ai produttori un aumento delle rese e della qualità dei lattughini. Per elevare la qualità del seme, Isi Sementi ha messo a disposizione dei produttori di baby leaf Isijet (clicca qui per conoscere la soluzione nel dettaglio): grazie alla seed technology la ditta sementiera emiliana ha saputo imprimere al seme un plus di energia germinativa anche quando l'ambiente è più caldo.

Isijet è impiegato anche da Ortomad, società del gruppo La Linea Verde, una delle prime strutture della Piana del Sele ad aver intrapreso la coltivazione di ortaggi a foglia destinati IV gamma: l'azienda di Pontecagnano Faiano (Salerno), dopo oltre 20 anni di attività, è leader di mercato nella produzione e commercializzazione di baby leaf. Come spiega il responsabile aziendale Francesco Roma (nella foto sotto), Ortomad - 170 ettari condotti direttamente, con i conferitori si superano i 500 - utilizza molte varietà Isi Sementi, tra le quali le principali sono Copacabana, Cassandra, Norma e Falstaff, tutte in versione Isijet.



“Abbiamo orientato la nostra scelta sul seme Isijet perché, con questa forma di prodotto, riscontriamo un aumento delle rese alla raccolta grazie al miglioramento della densità d’impianto e alla riduzione delle fallanze, dovute alla dormienza del seme, che generalmente si verifica quando la temperatura del terreno supera i 22°C. Inoltre - prosegue il manager - abbiamo una diminuzione dei costi perché riduciamo il seme impiegato per la semina: in media abbiamo una riduzione del 25-30% in estate e del 10-15% negli altri periodi”.



L’agronomo del gruppo, Simone Scarpa (nella foto di apertura), aggiunge che “il seme Isijet ha cambiato in modo radicale la gestione delle semine in azienda, rendendo quest’ultime più omogenee: l’emergenza contemporanea del seme - sottolinea il tecnico - limita la scalarità delle nascite, con conseguente parità di altezza e dimensioni delle foglioline, garantendo un’uniformità perfetta al momento del taglio, riducendo di molto i falsi tagli che caratterizzano la raccolta meccanizzata delle baby leaf. Altro vantaggio che riscontriamo è la germinabilità uniforme garantita con le alte temperature estive, mentre in autunno-inverno, abbiamo una riduzione del tempo di emergenza delle piantine, con conseguente maggiore precocità, cosa che ci consente una riduzione dei cicli di coltivazione".



L'agronomo di Ortomad, parlando della sinergia con Isi Sementi, si sofferma anche sulle nuove varietà inserite in azienda , come lattughino biondo Norma (nella foto sopra). "Con l’elevata resistenza al fusarium oxysporum f.sp. lactucae e la poca sensibilità al fenomeno della bordatura - conclude Simone Scarpa - ci permette di aumentare la programmazione di lattughino biondo nel periodo estivo".

Copyright 2020 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: