eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

venerdì 30 ottobre 2020


Interspar rivoluziona il reparto ortofrutta

Un reparto ortofrutta definito, impattante, che strizza l'occhio alla sostenibilità e al localismo: è quello che caratterizza il nuovo format di Interspar lanciato ufficialmente nei giorni scorsi a Modugno, in provincia di Bari, dove Maiora, concessionaria del marchio Despar per il Centro-Sud, ha sottoposto a profondo restyling un ex Auchan. Con una superficie di vendita di tremila metri quadri, lo store rientra nel piano di investimenti previsto per il 2020 in virtù dell’accordo con Margherita Distribuzione (Conad) per l’acquisizione di cinque punti vendita  precedentemente gestiti dal retailer francese nel Mezzogiorno. Due ulteriori inaugurazioni sono in programma a novembre.



Il layout studiato da Despar Centro-Sud in collaborazione con l’Università di Parma è pensato per migliorare la shopping experience del cliente attraverso l’esplosione degli assortimenti, sia in ampiezza che in profondità, al fine di garantire la giusta soluzione per ogni occasione di consumo. 



I nuovi protagonisti sono l’Italianità e la freschezza del prodotto, con un focus particolare riservato ai fornitori di prodotti locali. In occasione dell’inaugurazione dell’Interspar di Modugno, Despar Centro-Sud ha tra l'altro lanciato la linea “Storie di Gusto”, selezione di prodotti e specialità tipiche preparati con materie prime top.



La sostenibilità e la riduzione dell’impatto ambientale caratterizzano il progetto, con l’installazione di impianti del freddo a Co2 all'avanguardia e a basso consumo energetico per tutti i reparti. Tra le novità, anche la possibilità di effettuare la spesa on-line, tramite www.desparacasa.it.



Il reparto ortofrutta occupa 186 metri quadri e, come spiega il buyer Daniele Arbore, conta circa 381 referenze di fresco e 227 di secco così suddivise: per il fresco, la proposta di mele si compone di 25 articoli, quella di pere 7. E poi agrumi a quota 18 articoli, esotico 27, frutta stagionale 22, ortaggi e verdure 134, IV e V gamma 117 articoli (di cui 19 estratti di frutta). Per il secco, la frutta a guscio è rappresentata da 109 articoli (di cui 9 sfusi e 34 a marchio Vital), i legumi sono a quota 66 (di cui 22 sfusi), le spezie annoverano 20 articoli (11 a marchio Vital); le mousse di frutta contano 33 articoli. Le referenze biologiche commercializzate sono in tutto 15. A ciò si aggiungono 50 tipi di piante. 


 
Per quanto concerne l’esposizione, lo store si caratterizza per le bancarelle che ospitano la frutta stagionale e continuativa come mele e pere, agrumi, patate e cipolle, piantine aromatiche. Nel murale refrigerato, invece, spazio a frutta esotica, frutti di bosco, estratti di frutta, IV e V gamma, oltre a tutti gli ortaggi sia sfusi che confezionati. Gli articoli a marca del distributore sono 65 per il fresco, compreso il biologico che è a marchio (ad eccezione di due articoli bio di IV gamma non a marchio) e 34 per il secco.
 
"Siamo strettamente legati al nostro territorio e ci serviamo principalmente da fornitori locali o presenti nella nostra area di competenza, oltre ai grandi fornitori di livello nazionale", sottolinea Arbore. "Su 72 fornitori totali, 52 sono ubicati nel sud: 19 in Puglia, 14 in Campania, 10 in Calabria, 5 in Sicilia e 4 in Basilicata".


 
Nel volantino di apertura dell’Interspar c'era una promo dedicata a pere, mele e uva da tavola "Passo dopo Passo", "la linea di prodotti da filiera rintracciabile e garantita, con elevati standard di qualità e sicurezza", conclude il buyer. "Tra i servizi che interessano l'ortofrutta sono disponibili self service e spesa online".

"Riponiamo molta fiducia in questo progetto – ha commentato il giorno dell'apertura Pippo Cannillo, presidente e amministratore delegato di Despar Centro-Sud – nonostante il periodo delicato per la salute e l’economia del nostro Paese, abbiamo scelto di continuare ad investire nel futuro e di contribuire alla salvaguardia dell’occupazione sul territorio. Il nuovo Interspar di Modugno ci ha visti impegnati nella progettazione di un vero e proprio format dedicato al cibo e a tutto ciò che esso rappresenta: non un semplice prodotto da consumare, bensì un concentrato di storia, legame con il territorio, tradizione ma anche di innovazione. Il tutto per dare ai nostri clienti la possibilità di vivere una vera e propria esperienza all’insegna del gusto".

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Gdo

Altri articoli che potrebbero interessarti: