eventi
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mercoledì 9 dicembre 2020


Torna il maltempo, i danni sull’ortofrutta

Dall’Emilia al Veneto, dalla Campania alla Puglia fino alla Sicilia. Nei giorni scorsi, il maltempo è tornato a colpire l'agricoltura italiana non risparmiando frutteti, campi di ortaggi e strutture aziendali. 

"La situazione più grave è stata provocata dall'esondazione del fiume Panaro in Emilia, che ha colpito uno dei territori più fertili della campagna modenese caratterizzata da coltivazioni di grano, vigneti, frutteti e allevamenti di bovini da latte. Oltre ai disagi degli agricoltori e delle loro famiglie, che hanno dovuto abbandonare le loro case, si registrano danni alle abitazioni e ai magazzini, attrezzature e trattori resi inutilizzabili". È quanto emerge dal primo monitoraggio effettuato nella giornata di lunedì 7 dicembre dalla Coldiretti, che ha chiesto l’avvio delle procedure per verificare lo stato di calamità nelle zone d'Italia più colpite.

La testimonianza di Fruit Modena Group 
“Una falla importante si è creata nell'argine destro del Panaro, in corrispondenza del Ponte della Nonantolana, poco prima di Navicello. Qui si è purtroppo allagato un vasto territorio agricolo; l'acqua in eccesso è poi confluita in direzione Crevalcore, andando a danneggiare un numero importante di aziende agricole, alcune delle quali nostri soci", commenta a Italiafruit News Adriano Aldrovandi, presidente della cooperativa Fruit Modena Group di Sorbara (Modena), specializzata in pere. 

"L’effetto sui frutteti allagati è grave - aggiunge Aldrovandi - Le aziende colpite dovranno infatti sostenere costi importanti per rimuovere i depositi di sostanze limose e di argilla, lasciate dall'alluvione. I terreni rimarranno inoltre impraticabili per tanto tempo". Giampaolo Nasi, direttore della stessa cooperativa, aggiunge: "La speranza è che il peggio sia passato e che, nelle prossime ore, non seguiranno altre piogge. Nei pereti finiti sott’acqua le operazioni di potatura andranno necessariamente rimandate".


Campagne modenesi allagate 

Coldiretti Modena: finiti sott'acqua oltre 4mila ettari di campagne
“Si tratta purtroppo di una situazione che abbiamo già vissuto in tempi recenti e che speravamo di non dover rivivere", afferma Luca Borsari, presidente della Coldiretti Modena, secondo cui l'alluvione ha mandato sott'acqua oltre 4mila ettari di campagne e più di 200 aziende agricole. "Assistiamo ancora una volta alle conseguenze dei cambiamenti climatici con piogge estremamente irregolari e abbondanti che vanno ad abbattersi su argini probabilmente indeboliti e resi fragili da animali come le nutrie e altre specie fossorie, che scavano le proprie tane proprio negli argini e i cui numeri appaiono sempre di più fuori controllo. I cambiamenti climatici ci mettono di fronte a situazioni nuove che dobbiamo affrontare in un’ottica di prevenzione - prosegue - tenendo presente almeno queste questioni fondamentali: una valutazione seria e approfondita del nodo idraulico della provincia di Modena; l’impatto della fauna selvatica (come nutrie, volpi, istrici) sulla tenuta degli argini e un approccio agronomicamente sostenibile alla gestione di parche e aree naturali".

Danni ingenti in Campania e Puglia per le colture ortofrutticole
In seguito al suo monitoraggio, la Coldiretti nazionale ha segnalato serie difficoltà causate dal maltempo anche in Veneto, dove alcune aziende agricole ed agriturismi nel Bellunese sono rimasti isolati dalle frane. In Campania, invece, si registrano danni importanti nell’Agro Sarnese Nocerino alle coltivazioni in pieno campo di Cipollotto Dop, scarole, verze e ortaggi invernali. Trombe d’aria e nubifragi in tutta la Puglia hanno colpito gli uliveti nel brindisino, soprattutto a Francavilla e Ceglie Messapica. In provincia di Lecce è stata registrata una tromba d’aria a Matino, mentre a Frigole e ad Ugento è andato perso il 50% degli ortaggi, sommersi dall’acqua. 

Nella Sicilia orientale, infine, il maltempo ha causato soprattutto problemi di fango sulle strade, smottamenti di muretti e difficoltà nella viabilità.


Maltempo in Puglia 

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: