eventi
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
INTERPOMA CHINA
Shanghai
15-17 Aprile 2019
THINK FRESH 2019
Rimini
7 Maggio 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019

leggi tutto

lunedì 28 ottobre 2013


IL POMODORO TORPEDINO DELIZIA I PALATI: GRANDE SUCCESSO PER LA CENA GOURMET A SPERLONGA

Il 25 ottobre si è svolto il primo evento interamente dedicato al pomodoro Torpedino presso il Ristorante Laocoonte a Sperlonga. Il tutto si è svolto nella più assoluta semplicità, senza troppi sfarzi e sperimentazioni culinarie. Il menù ideato dallo Chef, Rocco D'Arcangelo, ha permesso ai commensali di poter degustare il prodotto nelle più svariate combinazioni, dall'entrée al dolce. Poiché la tavola non separa, ma unisce. La serata si è svolta all'insegna del ritrovato piacere di stare insieme.
Nell'ultimo anno il Torpedino è stato protagonista di numerosi eventi che sono divenuti uno strumento per fare sistema con il tessuto produttivo locale; eventi volti ad interpretare una strategia comune con obiettivi chiari e condivisi che vedono protagonista tutta la filiera dal produttore al consumatore.
Tra i presenti all'evento: Danilo Mastracco, Fiduciario della Condotta Slow Food di Terracina, e Tiziana Briguglio, giornalista e Presidente dell'Associazione Agroalimentare in Rosa.








"Il nostro compito – dichiara Mastracco - è quello di promuovere il territorio. Ogni volta che un prodotto merita di essere sostenuto, noi ci impegniamo a far conoscere i prodotti non solo al di fuori, ma anche all'interno del nostro territorio".
La ristorazione in tal senso svolge un ruolo fondamentale, infatti, solo quando siamo seduti a tavola lasciandoci guidare dalle proposte dello Chef, riusciamo ad apprezzare il prodotto. Solo in quel momento siamo molto più attenti e ricettivi e diveniamo, noi stessi, ambasciatori del prodotto.
Lo Chef del ristorante Laocoonte durante il suo intervento afferma: "Sono molto onorato di aver collaborato per il buon esito di questa iniziativa. Spero di poter nuovamente mettere a disposizione la mia esperienza per sostenere nuove partnership di prodotto. Il menù che ho proposto in questa serata entrerà di diritto all'interno del menù del Laocoonte. La duttilità del prodotto permette a noi Chef di poterlo declinare in svariate combinazioni e il territorio ha bisogno di esaltare e farsi portavoce delle nostre eccellenze".
Tiziana Briguglio ha aggiunto: "Il Torpedino ha successo poiché è gestito con estrema serietà. Nel retroscena c'è un progetto vero, con la volontà di apportare qualcosa di nuovo, di diverso, qualcosa che punti l'attenzione sui nostri luoghi che sono importanti non solo per l'ortofrutta locale, ma soprattutto per quella nazionale. Purtroppo per anni le nostre eccellenze sono state apprezzate e conosciute più all'estero che in Italia e vedere persone che si stanno adoperando in tal senso, ci rende orgogliosi del nostro lavoro".



Da sinistra: Tiziana Briguglio e Danilo Mastracco

Il promotore dell'evento Mariano di Vito, amministratore dell'azienda Mafalda s.r.l., oltre a ringraziare i partecipanti, ha colto l'occasione per presentare ai commensali chi ha reso possibile lo sviluppo del progetto Torpedino nella Piana di Fondi/Sperlonga: i produttori; Carlo di Crocco, ideatore del Torpedino raccolto a verde; Roberto Petrillo per aver prodotto il miglior Torpedino a grappolo rosso della stagione. 
Marco Di Crocco ha poi affermato che intorno al progetto del Torpedino si è creata una vera e propria squadra che collabora attivamente, vedendo così i produttori direttamente impegnati e coinvolti nella promozione del prodotto.


Lo Chef Rocco D'Arcangelo con Mariano di Vito



Da sinistra: Mariano di Vito, Marco Di Crocco e Carlo Di Crocco

Infine, Giampiero Carocci ha pubblicamente ringraziato Mariano di Vito per l'impegno e la dedizione nello sviluppo del progetto, il suo intervento ha emozionato tutti i produttori perché il loro impegno quotidiano è stato riconosciuto. 
Il successo dell'evento è stato possibile anche grazie alla collaborazione con l'azienda vinicola di Marco Carpineti di Cori. Da anni l'azienda biologica si fa portavoce delle più innovative e importanti realtà vinicole della zona, riuscendo a trasformare un prodotto in un'esperienza da vivere e la fragranza delle uve in una sensazione da far giungere al cuore: un'emozione da gustare a piccoli sorsi.

Nella foto di apertura: da sinistra Roberto Fiorillo, lo Chef Rocco D'Arcangelo, Mariano di Vito e lo Chef Alvaro Dioletta.

Fonte: Mafalda s.r.l.
 


Altri articoli che potrebbero interessarti: