lunedì 17 ottobre 2011


MANDORLE, L'ITALIA SUBISCE LA CONCORRENZA CALIFORNIANA

Durante la stagione 2011/12 la produzione italiana di mandorle dovrebbe subire una contrazione rispetto all'anno precedente, portandosi a circa 5.000 tonnellate. A causa della forte concorrenza dei prezzi delle mandorle californiane, la coltivazione in Italia è sempre meno redditizia. I mandorleti nella maggior parte dei casi sono situati in aree dove la meccanizzazione non è sempre possibile, inoltre la mancanza di investimenti nel settore e l’utilizzo delle tecniche di produzione tradizionali non hanno consentito la realizzazione di rendimenti elevati e costanti nel corso degli anni. Dunque, conseguentemente al calo della redditività, molti agricoltori hanno abbandonato questa coltura in favore di altre come ad esempio agrumi, uva da vino ed altri  prodotti ortofrutticoli che permettono loro di ottenere margini più elevati. Per queste ragioni la superficie coltivata dovrebbe ridursi ulteriormente in futuro, mentre i consumi rimarranno stabili.

Numeri chiave (Ha, Tonnellate) sulle mandorle in Italia 2009/2012



Andamento dei prezzi (euro/chilo) delle mandorle italiane (In shell almonds: mandorle in guscio; Shelled almonds: mandorle sgusciate)


Fonte: Ismea

Per la campagna 2011/12 si prevede che l’import di mandorle del Bel Paese aumenterà sostenuto dai prezzi fortemente concorrenziali delle mandorle provenienti dagli Stati Uniti e dalla Spagna. L’export dell’Italia sarà destinato ai mercati del nord Europa, principalmente Germania, Francia e Regno Unito.

Import dell'Italia di mandorle sgusciate (tons) 2008/2011

Fonte: Usda


Leggi altri articoli su: