eventi
WORLD FOOD MOSCA
Mosca (Russia)
17-20 Settembre 2018
FRUITTRADE
Santiago (Cile)
3-4 Ottobre 2018
PMA FRESH SUMMIT
Orlando (Usa)
18-20 Ottobre 2018
INTERPOMA
Bolzano
15-17 Novembre 2018 
FRUIT ATTRACTION
Madrid (Spagna)
23-25 Ottobre 2018
EIMA INTERNATIONAL
Bologna
7-11 Novembre 2018
SPECIALE FRUTTA&VERDURA 2018
Milano
30 Novembre 2018

leggi tutto

venerdì 18 novembre 2011


NOVITA’ IN CASA BIOFRUIT: PRODUZIONE DI FUNGHI IN SERRA

Biofruit Srl di Ribera inizia la stagione con un nuovo progetto: la produzione di funghi in serra. Le tipologie trattate dall´azienda biologica sono il fungo di cardoncello (nella foto di apertura) e il fungo di basilisco. Il fungo di cardoncello (Pleurotus Eryngii), originario dell´altopiano delle Murge Nord Occidentale, sta suscitando l´interesse gastronomico dei maggiori maestri di cucina. Esso viene chiamato fungo “onesto” perché non si confonde con nessun fungo velenoso, anche per il raccoglitore più inesperto. Di colore scuro, carnoso e dall´inconfondibile sapore delicato, il cardoncello si presenta con un cappuccio di diametro compreso tra i 5-10 centimetri e con un colore che varia tra il nocciola e l´ocra-rossastro. Il gambo è liscio e centrale, le lamelle sono larghe e decorrenti sul gambo, mentre la carne è bianca e presenta odore fungino. Inoltre, possiede una buona durata di conservazione.
Il fungo di basilisco (Pleurotus nebrodensis, nella foto sottostante), invece, è un fungo tra i più rinomati della Sicilia per le sue eccellenti qualità organolettiche, tanto che viene indicato come tartufo delle Madonie o porcino bianco. Essendo saprofita, il fungo di basilico necessita della Cachrys ferulacea, una qualità di ferula che cresce solo sulle Madonie (sopra i 1.400 metri). Il prodotto presenta un colore che va dal bianco crema al giallo, un cappello convesso depresso al centro di diametro compreso tra i 5-20 centimetri. Il gambo è turgido e robusto, le lamelle sono bianche o bianco panna e molto fitte, mentre la carne è bianca, profumata e con tendenza al dolce.



La rarità e la qualità di questi fungi fa si che vengano richiesti da molti intenditori del settore, in quanto il loro ritrovamento richiede molto impegno. Il loro periodo di raccolta si colloca tra settembre-novembre e marzo-maggio. Per la produzione di questi prestigiosi prodotti, Biofruit srl dispone di una serra in vetro di 1.500 metri quadrati a Ribera, in provincia di Agrigento. I funghi vengono poi confezionati in cassette di plastica 30x40 di circa 2 Kg e 40x60 di circa 7 Kg (quantità su prenotazione). Con questo nuovo progetto l´azienda è sicura di garantire alla propria clientela un prodotto di alta qualità.



Per maggiori informazioni:
Dr.Nicolo Sparacino
Tel: +49 3049805194
Email: export@biofruit.it
Web: www.biofruit.it

Fonte: Ufficio Stampa Biofruit


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: