eventi
FUTURPERA
Ferrara
16-18 Novembre 2017
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 2017
Milano
30 Novembre 2017
EXPOSE 
Karlsruhe (Germania)
22-23 Novembre 2017
WOP DUBAI
Dubai
5-7 Dicembre 2017
MARCA
Bologna
17-18 Gennaio 2018
FRUIT LOGISTICA 2018
Berlino (Germania)
7-9 Febbraio 2018
MACFRUT 2018
Rimini
9-11 Maggio 2018

leggi tutto

venerdì 7 settembre 2012


PROGETTO AMIGA: IN IRLANDA PARTE LA SPERIMENTAZIONE DELLE PATATE OGM

"Lo scorso 26 luglio l'Agenzia ambientale irlandese (Epa) ha concesso a Teagasc (l'Autorità Agricola e di Sviluppo Alimentare di Dublino, Irlanda) la licenza per testare su campo una coltivazione di patate Ogm con lo scopo di determinare gli impatti ambientali che questa tecnologia potrebbe avere sulla biodiversità del suolo e dell'artropodofauna legata alla pianta nel sito irlandese". E' quanto si legge in un comunicato dell'Enea.
La sperimentazione fa parte di un ampio progetto europeo denominato Amiga, il cui obiettivo principale è quello di valutare e monitorare gli impatti delle piante geneticamente modificate negli agro-ecosistemi di diverse aree europee. Lo studio europeo è coordinato dal Centro di ricerca Enea, con sede a Trisaia e guidato da Salvatore Arpaia, primo ricercatore presso il Centro Ricerche Enea della Trisaia, professore di entomologia e zoologia alla facoltà di Agraria dell'Università di Basilicata e membro del panel Ogm all'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (Efsa).
In Irlanda saranno effettuate per 4 anni prove di campo con patate geneticamente modificate (ottenute in Olanda dall'Istituto di ricerca Plant Research International) che esprimono la resistenza alla peronospora (Phytophthora infestans), fungo molto dannoso per le coltivazioni, abitualmente contenuto con l'utilizzo di pesticidi che sono però fonte di possibili danni all'ambiente circostante e all'uomo.
Il coordinatore di Amiga, Salvatore Arpaia, commentando gli sviluppi del progetto ha affermato che "in Irlanda non veniva autorizzata alcuna emissione ambientale di Ogm a scopo sperimentale da oltre un decennio. Sono felice che le autorità irlandesi abbiano giudicato affidabile il piano di sicurezza preparato dal nostro partner locale".

Fonte: Basilica Net
 


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: