eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 7 febbraio 2014


FRUIT LOGISTICA, CONTATTI E BUSINESS MA MENO DISTRIBUZIONE ITALIANA

Berlino. Un bagno di folla che conferma lo spessore di una rassegna capace di tenere il passo con i tempi e dimostrarsi più forte della crisi.
Padiglioni gremiti per la seconda giornata di Fruit Logistica, ma più che la quantità (per alcuni apparentemente un po' inferiore rispetto alle precedenti edizioni) è la qualità dei contatti a confermare Berlino "caput mundi" delle fiere dell'ortofrutta. Anche se si è notata una minore presenza di buyer delle catene distributive. Dice Francesco Delfanti della Delfanti Trade: "Mercoledì abbiamo visto e ospitato esponenti della distribuzione italiana, giovedì quasi nessuno. Nel complesso comunque il bilancio è positivo".
"Tanti appuntamenti, uno dietro l'altro, nemmeno il tempo di alzare lo sguardo oltre lo stand: è sempre più un meeting point, un punto d'incontro per appuntamenti prefissati", sintetizza  il direttore del Vog Gerhard Dichgans.
Sulla stessa lunghezza d'onda Gino Peviani che aggiunge: "Fruit Logistica è comunque irrinunciabile, qui c'è tutto il mondo dell'ortofrutta".
 "Abbiamo visto qualche persona in meno dell'edizione 2013, ma i contatti sono stati di alto livello" commenta il marketing manager di Carton Pack Massimiliano Persico.



Massimiliano Persico

"Non ci possiamo certo lamentare - gli fa eco dallo spazio di Besana al'interno  dell'area "Italy", Renato De Goyzueta -; abbiamo incontrato tanti produttori e avviato un promettente dialogo con un poteziale compratore russo di grande rilevanza nel settore della frutta secca".
"Pollice su" anche dal direttore de la Trentina Simone Pilati: "L'impressione è che la crisi abbia scremato le presenze, per cui chi si siede a parlare attorno al tavolo è qualificato, un riferimento di sicuro interesse".



Simone Pilati (a sinistra)

Giudizio positivo pure quello di Klaus Gasser, direttore di Vog Products, così come quello del sales & marketing director di Ilip Roberto Zanichelli: "Un po' meno movimento degli altri anni ma visitatori più selezionati: bene così".


Klaus Gasser

Pienamente soddisfatto Enrico Turoni della TR di Turoni & C: "Mai avuti così tanti appuntamenti, il consuntivo dei primi due giorni di fiera è molto positivo: Berlino ancora una volta ha colto nel segno".
Oggi ultimo atto, ma il grosso dei giochi sembra fatto. Si torna in Italia, consapevoli che il settore è comunque vitale e le occasioni di business non mancano, anche in nuovi mercati.

Mirko Aldinucci
editor

mirko@italiafruit.net

Copyright Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: