eventi
MARCA 2018
Bologna
16-17 Gennaio 2018
FRUIT LOGISTICA
Berlino
6-8 Febbraio 2019
BIOFACH 2019
Norimberga
13-16 Febbraio 2019
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019

leggi tutto

lunedì 17 novembre 2014


Melagrana, Consorzio Kore verso gli 80 ettari

Giornata informativa sulla "trasformazione industriale ai fini commerciali dei frutti di melograno" venerdì scorso a Petrosino (Trapani), in un appuntamento promosso della Soat di Mazara del Vallo. Non è un mistero che la melagrana sia uno dei più promettenti e interessanti frutti dal punto di visto produttivo e commerciale, anche in considerazione delle sue rilevanti proprietà salutistiche. Un concetto evidenziato da Maurizio Abate, presidente del Consorzio Kore Frutti di Sicilia che nel suo intervento ha ricordato come “la Cina sia il principale produttore di melograno al mondo con un export però inesistente in quanto tutta la produzione è destinata all’autoconsumo”.

India, Iran ed Israele sono invece i maggiori esportatori - ha proseguito Abate - ma solo Israele è competitivo in quanto è l’unico esportatore di melograni Wonderful. Gli altri due Paesi, insieme a Spagna e Tunisia, sono in espansione ma prediligono varietà meno pregiate che si posizionano su fasce di prezzo più basse”.

Quindi un breve focus sulla realtà consortile isolana: “Kore nasce da un gruppo di aziende agricole accomunate da un interesse unico: il melograno. Ad oggi, sono oltre 20 le aziende associate, sparse in quasi tutte le province siciliane.  Gli ettari di impianti a dimora ammontano a 45 circa ma va detto che altre 25 aziende agricole hanno già pianificato nuovi impianti per la prossima primavera che porterà ad 80 ettari circa gli impianti di melograno Kore”.

“Una volta completato l’iter associativo - ha concluso Abate - le aziende vengono disciplinate dal regolamento interno Kore e godono di numerosi vantaggi: sull’acquisto delle materie prime, sulla tecnica utilizzata, ispirata all’esperienza trentennale israeliana ma adattata al nostro territorio, sul fronte della commercializzazione, potendo contare su unico marchio per il mercato italiano ed europeo”.

Copyright 2014 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: