eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

martedì 18 giugno 2013


CIV, LE FRAGOLE BIO FERRARESI PIACCIONO ANCHE AGLI INGLESI

E' iniziata in Gran Bretagna la stagione delle fragole biologiche con la commercializzazione della varietà Joly (nelle foto), caratterizzata da una pianta rustica, dotata di notevole tolleranza alle malattie sia radicali che fogliari. Il colore è rosso brillante, molto attraente, e le qualità organolettiche sono di assoluta eccellenza, con sapore molto zuccherino e di ottimo aroma. I frutti sono molto resistenti in pianta e possono essere raccolti a piena maturazione. Ottime la conservabilità e la shelf life.
Altre varietà CIV assai apprezzate dagli inglesi sono la precoce Dely e la tardiva Laetitia. Con queste tre varietà la stagione delle fragole in Gran Bretagna è coperta dall'inizio della primavera fino all'estate.
"Ormai il nome del CIV è riconosciuto in tutto il mondo per l'innovazione che porta nella coltivazione della fragola, commenta Mauro Grossi, presidente CIV. Una ulteriore conferma della bontà ed efficacia del programma breeding fragola del CIV, attivo dal 1984 su quattro linee di ricerca: fragole per ambienti a clima temperato mediterraneo, per ambienti a clima continentale, rifiorenti e varietà adatte alla trasformazione industriale. Puntiamo solo su tecniche classiche (assolutamente no Ogm) e su nuove varietà che garantiscano produzioni elevate e frutti di ottima qualità, assieme ad una naturale rusticità e vigoria delle piante, per offrire al mercato nazionale e a quelli internazionali non solo la qualità ma il massimo della eco-sostenibilità".



La ricerca CIV nel comparto delle fragole, sostenuta dalle aziende socie del CIV, Salvi e Mazzoni, ha portato all'individuazione di 25 nuove varietà per i diversi ambienti di coltivazione. Attualmente vengono piantate in coltivazione oltre 150 milioni di piante di varietà originate dalla ricerca del CIV. Tra le varietà più diffuse si segnalano: Clery, leader assoluta nel segmento precoce oltralpe e nei paesi dell' est Europa; Rania e Nabila, due varietà per gli ambienti meridionali di produzione ed in via di espansione in molti paesi del bacino del Mediterraneo; Capri, varietà rifiorente particolarmente apprezzata in Inghilterra ed infine Marmolada®, che ha tanto contribuito alla redditività della coltura nella pianura padana, e che tuttora è un importante riferimento in diversi paesi, soprattutto nell'Europa dell'est.


Mauro Grossi, presidente CIV

Contatti:
Alessio Martinelli, direttore CIV
Tel +39-0533-399431

Consorzio Italiano Vivaisti - CIV
Il Consorzio Italiano Vivaisti - CIV è leader in Italia nell'innovazione varietale e nella produzione di materiali di propagazione certificati. Attivo dal 1983, con sede a San Giuseppe di Comacchio, in provincia di Ferrara, il CIV è composto dai tre vivai italiani leader nel settore: Vivai Mazzoni, Salvi Vivai, Tagliani Vivai. Attraverso la sinergia, l'esperienza e gli investimenti importanti nella ricerca, CIV è in grado di offrire prodotti all'avanguardia e più rispondenti alle esigenze del mercato. Nel complesso i tre vivai producono ogni anno circa 5 milioni di portinnesti, 3,5 milioni di piante di mele, pere e drupacee, 150 milioni di piante di fragola e 2 milioni di zampe di asparago. Producono inoltre, su richiesta dei clienti, altre specie minori di frutta. Il CIV, con grande lungimiranza, è impegnato da anni a selezionare varietà che possono fornire produzioni di alta qualità con ridotto fabbisogno energetico e basso impatto ambientale. CIV è un membro fondatore dell'International New-varieties Network (INN), un'associazione mondiale di vivai che promuove lo scambio, la valutazione e la commercializzazione di nuove varietà nelle principali aree di produzione nel mondo.

Fonte: Ufficio Stampa CIV


Altri articoli che potrebbero interessarti: