eventi
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
INTERPOMA CHINA
Shanghai
15-17 Aprile 2019
THINK FRESH 2019
Rimini
7 Maggio 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019

leggi tutto

venerdì 28 marzo 2014


AGRIBOLOGNA INAUGURA LA SERRA PELLEROSSA: 10 MILA MQ PER UN POMODORO 100% ECOSOSTENIBILE

Mercoledì 26 marzo è stata inaugurata a Budrio (Bologna), di fronte alle istituzioni Regionali, Provinciali e Comunali, la nuova serra Pellerossa del Gruppo Agribologna che produrrà diverse varietà di pomodori.

La serra, di circa 10.000 mq impiegati in produzioni fuori suolo e attività accessorie, nasce dalla volontà del Consorzio Agribologna e iPom - società costituita da tre imprenditori agricoli soci della cooperativa - di effettuare un investimento produttivo in grado di dare valore a produzioni di elevato contenuto tecnologico.

Questo investimento mette in campo un interessante esempio di multifunzionalità imprenditoriale, collegando in rete due settori imprenditoriali agricoli eterogenei nei loro campi specialistici.
 
Da un lato un’impresa che si è specializzata nella produzione energetica da fonti rinnovabili e un gruppo di aziende specializzate nel settore orticolo, che hanno deciso di mettere in comune le loro specializzazioni con l’obiettivo di valorizzare la produzione agricola locale e di portare sul mercato prodotti con caratteristiche tecniche e funzionali eccellenti.
 
All’interno della serra Pellerossa, infatti, si è in grado di produrre pomodori a grappolo, piccadilly, ciliegino e datterino, con un processo rispettoso dell’ambiente e al 100% ecosostenibile: la serra è dotata delle più avanzate ed innovative tecnologie sia per l'utilizzo delle sostanze nutritive che per l'utilizzo di acque di irrigazione (con il loro riutilizzo delle acque senza generazione di scarichi).
 
Le produzioni saranno realizzate in totale assenza di sostanze chimiche e con un riscaldamento naturale, senza utilizzo di idrocarburi. Una produzione, dunque, ecosostenibile al 100%.  
 
Il prodotto sarà proposto ai primari clienti nazionali con il marchio Pellerossa, un brand che vuole richiamare non solo il colore della sua buccia, ma volutamente far propria l’origine del pomodoro quando era coltivato solo nelle Americhe precolombiane.
   
Pellerossa si proporrà quindi al consumatore finale come il pomodoro 100% ecosostenibile, con una propria origine ed identità e con questa bella storia di cooperatori da raccontare.

Fonte: Consorzio Agribologna
 


Altri articoli che potrebbero interessarti: