eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 5 giugno 2014


Regno Unito, Mark & Spencer testa la tecnologia "laser mark" sulle arance [VIDEO]

Marks & Spencer sarà il primo distributore alimentare del Regno Unito ad utilizzare il sistema Laser Mark, pluripremiata tecnologia di etichettatura laser sviluppata dall'azienda spagnola Laser Food, con sede a Valencia.

Il sistema, che ha recentemente ricevuto il premio "Best European Environmental Project 2013" (vedi notizia Italiafruit News), sarà testato sulle arance in vendita in alcuni negozi Marks & Spencer, a partire dai prossimi mesi. Il retailer fornirà ai consumatori la possibilità di toccare con mano questa tecnologia che permette di incidere il brand su una superficie del frutto, senza danneggiarlo al suo interno.

Marks and Spencer ha indicato che se il test avrà successo, la tecnologia potrebbe essere utilizzata in futuro anche per altre categorie di frutta e verdura. "Abbiamo avuto un meeting con Laser Food dopo aver visto un articolo sulla stampa specializzata - ha dichiarato Andrew Mellonie, agronomo di Marks & Spencer - Abbiamo pensato che fosse un concetto interessante da provare, in linea con il nostro progetto di sostenibilità "Plan A"".

Jaime Sanfélix, managing director di Laser Food, ha spiegato che il sistema Laser Mark sta diventando sempre più popolare all'estero, con il 90% delle attività aziendali che ora si sviluppano fuori dalla Spagna. L'azienda offre un servizio su misura per le singole esigenze di ogni cliente e sta lavorando con diversi operatori in Italia, Francia, Polonia e Regno Unito. Ma ha intenzione di muoversi anche nei mercati più lontani, tra cui Brasile, Australia e Cile.





Laser Mark è pensato per essere una valida alternativa alle tradizionali etichette di carta, più costose e dannose per l'ambiente in termini di spreco di carta ed emissioni di CO2. Funziona tramite la rimozione del pigmento da una zona minuscola della superficie del frutto ed applicando un agente di contrasto che permette ai produttori di incidere qualsiasi forma del logo. Il sistema agisce al meglio con i prodotti completamente naturali, senza modificarne il valore commerciale. Tuttavia Sanfélix ha evidenziato come l'etichettatura laser sulle arance sia tra le più difficili da ottenere, a fronte della presenza di oli essenziali sulla buccia. (d.b.)

Traduzione ed adattamento a cura di Italiafruit News. Tutti i diritti riservati.


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: