eventi
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 5 giugno 2014


Frutta estiva del Sud, Laporta Fruitimprese: "Domanda in aumento e prezzi discreti, il pessimismo è ingiustificato"

"I principali areali del Sud sono tutti in produzione, l’offerta di frutta è abbastanza ampia e si arricchisce ogni settimana con nuove offerte, che in questi ultimi giorni si incrociano con una discreta domanda grazie alla quale si registra un aumento dei prezzi medi; buona, tra le altre produzioni, la partenza della mini anguria rossa".  L'imprenditore pugliese Michele Laporta (nella foto) coordinatore della  Commissione frutta fresca del Sud di Fruitimprese e titolare, insieme ai fratelli, della Masterfruit Srl di Barletta, commenta così l'avvio della campagna estiva.

E "bacchetta" idealmente chi fa sfoggio di pessimismo:
"Le aspettative per l’estate sono positive, non condivido l’immotivata incertezza di qualche collega sul futuro dell’uva da tavola; vero che l’incertezza climatica rappresenta un problema, ma colpisce in maniera orizzontale anche gli areali dei nostri diretti competitor, quindi non può essere oggetto di analisi a differenza della domanda o dei consumi interni o esteri. Consumi che, secondo le ultime analisi di Fruitimprese, delineano che il settore ortofrutticolo tiene anche se con impercettibili segni negativi; se confrontiamo il nostro con altri settori non possiamo che definirci in ottima salute, quindi servirebbe un po' meno di autolesionismo e un po' più di ottimismo, anche per sostenere le nostre imprese e i nostri produttori, costretti a fare i conti con costi dell'energia e non solo, tra i più alti d'Europa".

La Commissione frutta fresca Sud di Fruitimprese, riferisce Laporta, opera per cercare di arrivare a una diminuzione delle imposte più gravose, come l'Irap e sollecita le aziende a puntare sulla massima sostenibilità: "Abbiamo bisogno di adottare strumenti che ci aiutano ad evitare gli sprechi sia di natura economica che ambientale monitorando il rapporto Kg. prodotto/inquinamento e agevolando una politica di aggregazione. Il tutto anche nell'ottica di comunicare sempre meglio la missione che coinvolge migliaia di persone che ogni mattina si adoperano per alimentare milioni di persone preservando e migliorando l’ambiente".

Mirko Aldinucci
editor
mirko@italiafruit.net

Copyright Italiafruit News
 


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: