eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

venerdì 11 marzo 2016


Nuove piattaforme per Udine Mercati

"Il progetto che mi è stato presentato da Udine Mercati è sicuramente degno di attenzione, in vista di una strategia di sviluppo commerciale e delle sue importanti ricadute sull'economia regionale e sull'occupazione interna e esterna, cresciuta di qualche decina di unità dalla fine del 2013 ad oggi e in fase di ulteriore crescita". Lo ha affermato Cristiano Shaurli, Assessore dell'Agricoltura del Friuli-Venezia Giulia, al termine della visita a "Udine Mercati", società di gestione dal 2000 del complesso del mercato agroalimentare all'ingrosso del capoluogo friulano.

Nel progetto sviluppato da Udine Mercati - già illustrato al vicepresidente della Giunta regionale Sergio Bolzonello - si prevede la realizzazione di nuove piattaforme logistiche refrigerate, di lavorazione, smistamento, stoccaggio e conservazione delle merci ortofrutticole, nonché l'ampliamento dell'offerta verso nuovi settori come quello dei latticini, salumi, prodotti alimentari secchi, settore ittico e floricolo.

Accompagnato dal capo di gabinetto della Presidenza della Regione Agostino Maio, Shaurli è stato accolto dal presidente Ferdinando Milano e dal direttore Andrea Sabot, che gli hanno presentato nel dettaglio il progetto, e ha incontrato diversi operatori commerciali, tra cui Giuseppe Pavan e Paolo Cervellin, dai quali ha ricevuto informazioni sull'andamento delle attività e sul funzionamento complessivo del sito mercatale udinese, polo logistico dell'agroalimentare nel contesto regionale e estero.

Presidente e direttore hanno illustrato i risultati positivi finora raggiunti in termini di movimentazione delle merci e di tenuta complessiva dell'attività commerciale, malgrado la difficile situazione economica italiana e internazionale.

L'incontro è stato soprattutto l'occasione per riflettere sulle prospettive del mercato in termini di crescita dell'offerta commerciale, di qualità ed ampliamento dei servizi logistici in un quadro sinergico e sistemico di sviluppo del settore agroalimentare, che veda sempre più una integrazione tra la commercializzazione dei prodotti e l'attività produttiva agricola locale con valorizzazione della propria produzione.

Fonte: www.regioni.it


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: