eventi
CIBUS
Parma 
1-4 Settembre 2020  
MACFRUT 
Rimini
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 22 aprile 2016


Pomodori tunisini a braccetto con le mozzarelle italiane

Pomodoro tunisino e mozzarella italiana. Questo l'abbinamento premium che il Consorzio intereuropeo San Lucar sta proponendo in Germania attraverso una campagna di in-store promotion partita il 18 aprile scorso nella grande distribuzione.

L'iniziativa proseguirà fino a metà maggio e vede la collaborazione di Galbani, uno dei principali gruppi industriali italiani del settore dei prodotti caseari, che fornirà confezioni di perle di mozzarelle di bufala, l'eccellenza made in Italy di questa campagna. Le due aziende si concentreranno su iniziative di degustazione e di informazione per far scoprire ai consumatori tedeschi nuove ricette e spuntini a base di prodotti salutari mediterranei.

San Lucar, in particolare, spiegherà che "l'aroma dei pomodorini tunisini è straordinario" e che questo concetto è pienamente in linea con il suo slogan "Passione per il Sapore". Il prodotto proviene dalla sua oasi aziendale – distante 450 km a sud di Tunisi – dove nelle notti fredde le serre vengono riscaldate con acqua calda (60°C) prodotta con impianti geotermici, al fine di garantire che la temperatura non scenda drasticamente. I coltivatori, poi, miscelano l'acqua di sorgente con l'acqua fresca per ottenere una soluzione salmastra ricca di minerali che possa favorire l'aromaticità dei frutti. Nel segno della gestione sostenibile ed efficiente delle risorse naturali, il 95% dell'acqua salata "sfruttata" da San Lucar viene raffreddata e purificata in acqua potabile per i villaggi circostanti.

Con la campagna, in sostanza, il made in Tunisia sarà ampiamente valorizzato grazie ai pomodori, in un periodo nel quale anche le produzioni italiane della Sicilia raggiungono la migliore qualità possibile. Sarebbe auspicabile, in futuro, vedere all'estero una campagna di co-branding simile ma 100% italiana.

Copyright 2016 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: