eventi
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

martedì 7 giugno 2016


Meteo: sarà un'estate calda, ma senza eccessi

Il clima per il settore ortofrutticolo è una sorta di ago della bilancia. Tutti gli attori della filiera, dai produttori, ai commercianti, ai distributori, fino al consumatore finale, sono influenzati nel bene o nel male dall'andamento climatico. Sovente è utilizzato come capro espiatorio per coprire lacune strutturali, mentre spesso incide in maniera determinante sull'esito della campagna.

Sfortunatamente, il clima negli ultimi anni è diventato sempre più imprevedibile e sempre più estremo, causando un certo disorientamento fra i produttori e non solo. Sotto questo punto di vista, il 2016, molto probabilmente sarà un anno esemplare. Si è avuto infatti un inverno fra i più miti della storia – con tutti i problemi che ne sono derivati per il fabbisogno in freddo delle colture arboree – seguito da una primavera "normale" a livello di temperature medie, ma fra le più piovose degli ultimi anni. Cambi repentini di temperatura sono gli ideali presupposti per temporali e grandinate, che hanno già falcidiato diverse zone produttive lungo tutto lo Stivale. Ne sanno qualcosa i produttori di ciliegie pugliesi ed i frutticoltori romagnoli, solo per fare qualche esempio.

Come sarà l'estate 2016?

Secondo gli esperti meteo, i frutticoltori italiani possono guardare ai prossimi mesi con moderato ottimismo. Si prevede infatti una stagione estiva calda, un po' sopra la media, ma senza gli eccessi vissuti lo scorso anno. In particolare, giugno dovrebbe essere discontinuo, ma con temperature medie nella norma del periodo; il calore dovrebbe concentrarsi a luglio ed agosto quando sono previste ondate di caldo da Nord a Sud. Se le previsioni si avverassero sarebbe positivo per tutta la frutta estiva, in quanto ne beneficerebbero sia i consumi che la qualità della produzione. Rimane il rischio grandine. Ma a quella, purtroppo, gli agricoltori sono abituati.

Copyright 2016 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: