eventi
FRUIT ATTRACTION 2020
Online
1-31 Ottobre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

venerdì 10 giugno 2016


Limoni, prezzi alti. «E aumenteranno ancora»

Prezzi dei limoni sostenuti nei Mercati all'ingrosso italiani. Le quotazioni in genere superano i 2 euro il chilo (un anno fa raggiungevano a malapena 1 euro il kg) e sono determinate da una sostanziale carenza di prodotto, come conferma a Italiafruit News Fernando Vinaccia, patron de La Costiera, azienda leader nella produzione e commercializzazione dei limoni.

“I quantitativi sono pochi per tutti, manca il prodotto spagnolo, di italiano ce n'è poco e quindi per la legge del mercato i prezzi sono in salita. Ma avevamo previsto questa situazione già dallo scorso anno, sarà un'estate tribolata”, osserva l'imprenditore che, come tanti altri operatori, è in attesa di capire che influenza avrà il prodotto in arrivo dall'Argentina.

“Attualmente i limoni sudamericani non sono molti, ma da quel che ho capito nei prossimi venti giorni ci dovrebbe essere più disponibilità e anche i prezzi potrebbero stabilizzarsi. Ma se devo fare una previsione – prosegue Vinaccia – le quotazioni saliranno ancora, potranno arrivare sino a 3 euro il chilo. Ci sarà da soffrire fino a settembre-ottobre, quando avremo la nuova produzione e, con le nuove quantità, i prezzi si calmiereranno. Le vendite? Scorrevoli, anche se i prezzi alti non aiutano i consumi”.

La Costiera sta lavorando il Limone di Sorrento Igp e il Verdello siciliano. “Il prodotto a marchio è di nicchia, per chi lo capisce, per poche persone – analizza il patron dell'azienda – ha un suo mercato e i consumatori che lo acquistano non guardano tanto al prezzo, ma alle sue qualità”.

E sulla prossima campagna, Vinaccia è ottimista. “Dalle previsioni che circolano ci sarà disponibilità di prodotto sia dalla Spagna che dalla Sicilia – conclude – Possiamo tirare un sospiro di sollievo perché quando ci sono volumi si riesce a lavorare meglio, si può fare selezione e programmazione”.


Copyright 2016 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: