eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
SANA 
Bologna
6-9 Settembre 2019 
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 21 marzo 2017


Microgreens, dagli chef ai consumatori

Un progetto giovane che unisce semplicità e innovazione. Holerilla è un'azienda agricola di Bologna che coltiva e commercializza microgreens, giovani piante edibili che vengono raccolte prima del loro completo sviluppo. Uno step successivo ai germogli, per intenderci.

Ad avviare Holerilla è stata nel 2015 Maria Cristina Orsini, agronoma, che ha lasciato il posto fisso per lanciarsi in questa nuova avventura. La coltivazione avviene in un ambiente indoor, dove luci a led a basso consumo energetico forniscono alle piante uno spettro di illuminazione ottimale alla loro crescita. “Sono prodotti senza stagionalità, ma ci sono semi che meglio si adattano ad alcune stagioni”, racconta Orsini a Italiafruit News. Ravanelli, cavoli, broccoli, bietole, basilico verde, senape nera, carote, piselli sono solo alcuni dei microgreen prodotti da Holerilla.



“Mi rivolgo prettamente al mondo della ristorazione – continua l'imprenditrice – per il momento ho una rete di chef in Emilia di cui mi sono guadagnata la fiducia. Sono ancora in una fase di startup e la commercializzazione è a livello locale. Partecipo anche al Mercato della Terra di Bologna dove vengo a contatto direttamente con i consumatori: all'inizio molti scambiavano i microgreens per piante da trapiantare. Ora c'è una conoscenza maggiore del prodotto. Più in generale quando le persone assaggiano il microgreen e scoprono che una pianta così piccola esprime un sapore così grande restano stupiti e la curiosità, anche sulle proprietà nutrizionali, è elevata”.

L'interesse è in crescita. “Ora devo aumentare i volumi di produzione e mi piacerebbe trovare un canale a cui affidare la vendita dei miei prodotti – sottolinea Orsini – vendo i microgreens come piantine vive, nel loro contenitore con il terriccio. Così mantengono le loro caratteristiche più a lungo. La shelf life? Dipende, ma può arrivare anche a due settimane. Ora sto lavorando sul packaging – conclude la titolare di Holerilla – l'aspetto più importante che ancora mi manca”.

Copyright 2017 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: