eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 5 maggio 2017


Fruitimprese Emilia-Romagna, Minguzzi confermato presidente

L'assemblea dei soci di Fruitimprese Emilia-Romagna, associazione che riunisce molte delle maggiori imprese ortofrutticole della regione per un fatturato annuo globale di circa 900 milioni di euro, riunitasi per l’annuale relazione sul bilancio e per il rinnovo delle cariche sociali, ha eletto il nuovo direttivo.

All’unanimita` è stata confermata la presidenza di Giancarlo Minguzzi, che è anche presidente dell'Organizzazione di produttori Minguzzi di Alfonsine (Ravenna). Il gruppo Minguzzi, sul mercato da oltre 50 anni, commercializza annualmente 25mila tonnellate di frutta (pesche e nettarine, kiwi, susine, albicocche, pere e mele) proveniente principalmente dalla Romagna. E’ presente per il 30% sul mercato nazionale e il restante 70% è suddiviso tra mercati europei e d’oltremare, in particolare Canada, Nord America e Asia.

A seguito degli esiti delle procedure di votazione il nuovo Cda di Fruitimprese Emilia-Romagna risulta così costituito: Achille Ceccarelli, Maurizio Filippi, Gabriele Gobbi, Luigi Mazzoni, Patrizio Neri, Adriano Petteni, Walther Piraccini, Graziano Pransani, Giulio Romagnoli, Domenico Cenni.   
Sindaci: Luca Canonici, Stefano Antonelli, Andrea Parisotto. Sindaci supplenti: Vincenzo Pracucci, Fabio Bergonzoni.



Il lavoro sino ad ora svolto dall’associazione e` stato importante e apprezzato dalla base sociale. La richiesta al presidente avanzata dagli associati è quella di proseguire l’attività, coadiuvato dal nuovo Consiglio, con la passione e l’impegno profusi sino ad ora.
Il programma dell’associazione prevede alcune priorita` di particolare importanza quali quelle legate ai temi delle nuove forme di aggregazione tra imprese, del rafforzamento dell’organizzazione aziendale, della compliance normativa e della sostenibilita`, tutte questioni con cui il settore e` costantemente chiamato a confrontarsi. Particolare attenzione sarà rivolta allo sviluppo delle Organizzazioni di produttori e all’istituto del “contratto di rete”.

Quest’ultimo è uno strumento innovativo del nostro sistema produttivo che consente alle imprese, pur mantenendo la propria indipendenza, autonomia e specialità, di realizzare progetti e obiettivi condivisi, incrementando la capacità innovativa e la competitività sul mercato. E' un modello collaborativo alternativo che lascia autonomia soggettiva alle imprese partecipanti e che sta suscitando sempre maggiore interesse. Secondo Infocamere nel 2016 sono stati stipulati 854 contratti di rete e, al febbraio 2017, sono più di 17mila le imprese coinvolte.

Fonte: Fruitimprese Emilia-Romagna


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: