eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Angurie martedì 4 luglio 2017


Angurie, ecco l'Emblema dell'estate

In questo avvio di campagna angurie c'è chi gongola. E' il caso di Gianluca Zamperlin, presidente della Agriz di Latina, 70 ettari dedicati a uno dei prodotti simbolo dell'estate. La soddisfazione dell'imprenditore laziale è data dai risultati positivi che sta ottenendo con la nuova varietà Emblema, che Agriz ha in esclusiva da Cora Seed.



“In un anno come questo, dove le angurie dalla pezzatura importante sono merce rara, siamo in grado di proporre prodotti da oltre 22 chilogrammi – spiega Zamperlin – Il clima non aiuta, ma con la Isla di Roberto Ercolani abbiamo impostato un uso dinamico del terreno, un programma di concimazione che fa la differenza in stagione come queste e ci permette di risparmiare un buon 50% di irrigazione, perché l'apparato radicale della pianta è più diffuso e profondo”.



Agriz ha iniziato la raccolta di Emblema la scorsa settimana. “Rispetto ad altre varietà ha una pasta compatta, una produzione leggermente inferiore, sicuramente influenzata dal clima di quest'anno – illustra il presidente dell'azienda di Latina - Questa anguria presenta una buccia più spessa, circa 1,5 centimetri, che per la conservabilità e i trasporti è un valore aggiunto. C'è poi il colore, molto acceso, tendente al viola. Infine ha una forbice ampia tra maturazione, stacco e vendita”.



Agriz coltiva Emblema nell'area parco Roma Natura Decima malafede. “Sono terreni che ben si prestano all'anguria, hanno caratteristiche importanti e poi noi applichiamo una rotazione imposta: qui l'anguria viene piantata una volta ogni sette anni”.



La risposta del mercato è dunque interessante. “Emblema è un'anguria buona da mangiare, raggiunge i 13 gradi brix senza molte forzature. La nostra campagna andrà avanti fino ai primi di settembre, sempre e solo in campo aperto. Sul mercato – conclude Gianluca Zamperlin - notiamo una grande differenza nella quotazione di merce 8-13 kg, difficile da collocare, rispetto alle angurie con pezzatura superiore ai 15 kg che, per così dire, non hanno prezzo”.



Copyright 2017 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: