eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 13 luglio 2017


La Gdo? Per i millennials è un punto di riferimento

Per qualcuno, forse, sarà una sorpresa: ai giovani la moderna distribuzione organizzata (Mdo) piace. Sono infatti 10 milioni i millennials (età compresa tra i 18 e i 34 anni) che fanno regolarmente la spesa alimentare nei punti vendita della Mdo, con una quota percentuale piu` alta degli anziani e vicina a quella dei baby boomers (nati cioè tra il 1945 e il 1964). E’ quanto emerge dalla ricerca del Censis “Lo sviluppo italiano e il ruolo sociale della Distribuzione moderna organizzata” presentata martedì a Roma (cliccare qui per leggere l’articolo completo).
I millennials utilizzano in modo piu` intenso la Dmo in quasi tutti i settori, alimentare compreso; solo nei prodotti per la casa, per pulizia e detergenza domestica, la quota di giovani e` lievemente inferiore a quella del totale degli italiani. 

Infedeli, al pari delle altre "classi di età", nell’alimentare, i giovani pero` rispetto alle altre "categorie" sviluppano una piu` alta fedelta` al singolo punto vendita. Il cuore del rapporto millennials-Dmo destinato a marcare il futuro stesso del consumo, si legge nella ricerca, consiste nel loro essere maestri naturali nell’utilizzo combinato delle fonti informative e delle modalita` di fare la spesa: sono 8,1 milioni (di cui 3,4 regolarmente) quelli che consultano siti web e social network della Dmo, 6 milioni (2,3 milioni regolarmente) hanno inserito su siti web o social network post con commenti o esperienze relative a prodotti e luoghi del consumo, 7,5 milioni hanno pescato promozioni e offerte della Dmo grazie ad apposite app scaricate su smartphone. Ma sono comunque 10,4 milioni (6,5 milioni regolarmente) ad aver saputo di offerte, promozioni interessanti da volantini cartacei, lo strumento piu` tradizionale di comunicazione al pubblico.



I millennials sono maestri della pratica "combinatoria" anche nelle modalita` di fare gli acquisti: 5,7 milioni (2,1 milioni regolarmente) hanno ordinato prodotti o la spesa sul web e l’hanno ritirata presso un punto vendita, 4,5 milioni si sono fatti portare a casa la spesa dopo averla ordinata sul web o per telefono (2 milioni regolarmente), 8,6 milioni (3,4 milioni regolarmente) hanno acquistato un prodotto sul web dopo averlo verificato nel negozio fisico.

Insomma, sottolinea il Censis, i millennials hanno gia` disegnato un’altra Dmo, lontana dagli stereotipi dell’ipertecnologia che uccide il negozio fisico, in cui e` invece decisiva la capacita` di accompagnare la soggettivita`, moltiplicando sia le fonti informative e i luoghi in cui raccontare agli altri la propria esperienza, sia le modalita` per ordinare, scegliere e fare gli acquisti.

E, altro elemento degno di nota, i consumatori di questa fascia di età hanno anche apprezzato il welfare dei consumi della moderna distribuzione: senza offerte, promozioni, opportunita` della Dmo il 28,6% dei giovani dice che il proprio tenore di vita sarebbe crollato, il 56,1% che cosi` ha potuto ammortizzare le difficolta` di reddito, e il 13,3%, pur avendo dovuto tagliare i consumi, riconosce una certa importanza all’offerta della Dmo. Solo il 2% non ha trovato supporto nei prezzi e nelle varie iniziative delle catene distributive.

Per il futuro, nei punti vendita della Dmo, vogliono coupon personalizzati da scontare subito alla cassa e nuovi prodotti e servizi da acquistare; piu` degli altri si aspettano di trovare il wi-fi (il 27% contro il 17,8% medio riferito alla popolazione totale), offerte personalizzate in tempo reale sullo smartphone (il 27,6% rispetto al 21,4%), modalita` piu` veloci e semplici di pagamento (il 32,7% rispetto al 27,2%), orari di accesso piu` flessibili e prolungati (il 30,6% rispetto al 25,9%): personalizzazione, velocita`, semplicita` sono le vere esigenze dei consumatori millennials, che adorano le tecnologie perche´ combinabili con la tradizione.

Copyright 2017 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Gdo

Altri articoli che potrebbero interessarti: