eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

mercoledì 27 settembre 2017


Agricola Campidanese: angurie ok, nuovi prodotti, più bio

Un bilancio con più luci che ombre per le produzioni estive di Op Agricola Campidanese, che investe su nuovi prodotti e punta sul biologico“Siamo cresciuti tanto con l’anguria Eleonora - spiega a Italiafruit News Salvatore Lotta (nella fotodirettore commerciale dell'organizzazione sarda - Era un anno di test e alla fine molta della richiesta è rimasta inevasa per mancanza di prodotto. I clienti hanno dimostrato di apprezzare questa anguria seedless di pezzatura media a buccia nera dall'elevato grado brix, la cui superficie dedicata è passata da 10 a 40 ettari circa; l’anno prossimo triplicheremo gli areali arrivando a 120 ettari circa. Sono stati stretti accordi con importanti catene distributive per inserirla fin da giugno sugli scaffali come prodotto di punta nel segmento angurie”.



In generale per angurie e mini angurie, aggiunge Lotta, è stata un’annata piuttosto positiva: “il gran caldo ha stimolato i consumi, anche se i prezzi non sono stati eccezionali, un po’ più bassi del passato, ma  i volumi sono stati ingenti. Metterei la firma per avere gli stessi risultati nel 2018…”

Meno esaltante la stagione del melone: “da giugno a luglio la sovrapposizione di prodotto delle aree più vocate ha compresso i prezzi, bassi per tutte le tipologie - commenta Lotta -  Si faceva fatica a vendere, soprattutto il Nord Italia ha vissuto un’estate difficile. Per la nostra realtà il consuntivo non è in ogni caso negativo”.



Importante, per Agricola Campidanese la produzione di pomodoro Camone, protratta grazie agli investimenti dai primi di giugno sino a tutto agosto e che riprenderà ora a novembre. “Investiamo nell’ottica di soddisfare la domanda di un consumatore che chiede pomodori buoni, dal bel colore e della giusta dimensione”, sottolinea il direttore commerciale. “Il progetto con Syngenta, dunque, è destinato a consolidarsi: abbiamo trapiantato 12 ettari, è una delle produzioni su cui puntiamo di più”.



A breve tornerà sugli scaffali della Gdo “Passion Gourmet-Cuor di carciofo” confezionato con vaschetta e ricetta di chef sardo: “Un prodotto che piace e per il quale siamo impegnati in un’azione di continuo abbassamento dei residui: da novembre li proporremo anche in versione biologica”. E non è l’unico caso: dopo i buoni risultati di vendita nel segmento, Agricola Campidanese ha infatti intenzione di  aumentare la quota di bio per melanzane, pomodori, angurie, meloni: “Il 2017 è un anno di prova, dal 2018 inizieremo a programmare con la Gdo, con alcune catene abbiamo già avuto incontri”. 

Tra le altre produzioni emergenti, infine, gli asparagi, per i quali è stato fatto un trapianto di 10 ettari  e ne sono in programma altri 15 sotto serra; e le patate di Sardegna “Preziose”, "forti" di 20 ettari a maggio e altri 40 trapiantati ad agosto in proiezione della raccolta di novembre. Il tutto a marchio "L’Orto di Eleonora".  

Copyright 2017 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: