eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019

leggi tutto

lunedì 30 ottobre 2017


La spremuta di melagrana diventa tecnologica

Si chiama Grenade fruit squeezer ed è il nuovo spremi melagrana automatico ad uso professionale presentato dalla Grenade Trading durante l'ultima edizione di HostMilano (clicca qui per leggere la notizia).

In soli nove secondi il macchinario permette di avere una freschissima spremuta, senza residui e senza sporcare. Ma questo prodotto si caratterizza per il design moderno, davvero gradevole, e per il display touch screen che permette un controllo totale dell'attività. Ma grazie al sistema che controlla la pressione può essere utilizzato anche con altri prodotti, come limoni, pompelmi e arance. Inoltre, avendo un doppio spremitore, è possibile realizzare spremute a due ingredienti, come melagrana e arancia tanto per fare un esempio.

"Tutto è nato dalla mia passione per questo splendido frutto - racconta a Italiafruit News Federico Perlini, tra i fondatori della Grenade Trading di Ravenna - Adoro la melagrana ma per sgranarla si fa fatica. Ho cercato e sperimentato una soluzione comoda, igienica e sicura per poter assaporare il frutto in tutta la sua freschezza. Di qui il Grenade fruit squeezer, presentato all'HostMilano e devo dire che l'interesse che ha suscitato è stato notevole. Ora partiremo con la commercializzazione".



In alcune zone l'azienda sta mettendo a punto accordi con i produttori di melagrane o agrumi per fornire la macchina a bar, ristoranti e hotel comprensiva della fornitura di frutta.

"Grenade fruit squeezer spreme il frutto meccanicamente e non tramite centrifuga o sfregamento - aggiunge l'imprenditore - questo consente di mantenere inalterate le innumerevoli proprietà benefiche della melagrana e degli agrumi. La nostra macchina non spreme le bucce dei frutti evitando che il succo sia contaminato da patogeni o sostanze chimiche residue dovute al mancato lavaggio del frutto stesso. E' poi collegato, tramite wi-fi, alla sede operativa: questo permette a chi effettua l’assistenza di verificare se l’operatore agisce in maniera corretta sulla macchina con la possibilità di suggerirgli telefonicamente procedure e consigli per l’utilizzo. Infine - conclude Perlini - diciamo con orgoglio che è completamente Made in Italy, dalla componentistica all'assemblaggio".

Copyright 2017 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: