eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong-Kong (Cina)
5-7 Settembre 2018
WORLD FOOD MOSCA
Mosca (Russia)
17-20 Settembre 2018
FRUITTRADE
Santiago (Cile)
3-4 Ottobre 2018
PMA FRESH SUMMIT
Orlando (Usa)
18-20 Ottobre 2018
FRUIT ATTRACTION
Madrid (Spagna)
23-25 Ottobre 2018
EIMA INTERNATIONAL
Bologna
7-11 Novembre 2018

leggi tutto

martedì 13 marzo 2018


Tutto Bio 2018, nel segno dell'innovazione

Nell’anno dedicato al cibo italiano dai ministeri dell’Agricoltura e dei Beni culturali, l'ultima edizione di Tutto Bio, l'annuario del biologico, ha scelto come tema centrale l’innovazione, elemento propulsivo del biologico, alimentare e no.

“Per sottolineare – spiega in una nota Rosa Maria Bertino, autrice con Achille ed Emanuele Mingozzi - che nel cuore del Made in Italy c’è il Made in Bio. Il biologico, infatti, ha in sé la spinta all’innovazione. A volte è innovativa l’idea di prodotto, a volte il processo per realizzarlo, a volte entrambi. Per questo motivo nel volume sono raccontate dieci storie ad alto tasso di innovazione”.

Non sapevano che fosse impossibile, allora l’hanno fatto. “In questo aforisma dello scrittore americano Mark Twain c’è l’essenza delle storie di questa edizione. Storie che raccontano prodotti innovativi, ma che – a partire da un'intuizione - rivelano sempre un percorso costellato di curiosità, ricerca e originalità”.

Così, Elda Mengazzoli racconta il nuovo Aceto di melagrane, ultimo nato nella linea di aceti biologici dell’omonima azienda di Levata (Mantova). "Abbiamo pensato alla melagrana perché è uno dei frutti più conosciuti per le sue proprietà nutrizionali e funzionali e per il suo gusto caratteristico. Un prodotto innovativo che nasce dalla lunga storia del nostro Acetificio, di proprietà della famiglia dal 1962, tra produzioni tradizionali e bio, avviate nel 1986. Dopo gli aceti tradizionali e l'aceto di mele, abbiamo dunque aperto ai nuovi frutti, che uniscono l'aspetto gourmet alle qualità funzionale, con un gusto ricercato”.

Daniela Cicioni, chef vegana e crudista, ha fatto invece molta ricerca sul processo di fermentazione della frutta secca. Poi, con Euro Company, l’azienda di Russi (Ravenna) leader nella frutta secca e disidratata, è nata l'idea di Cicioni. "Non è un formaggio, ma una specialità biologica e vegana, senza glutine, lattosio, additivi, conservanti e addensanti – spiega Cicioni - Si produce con mandorle e anacardi messi in ammollo in acqua e sale, macinati, fermentati, essiccati e stagionati”.

La Forlive srl nasce nel 2004 con la distribuzione del succo di noni, frutto del Sud-Est asiatico. Nel 2007 l'attività si è allargata a tantissimi altri super-food. “Siamo stati tra i primi in Italia a puntare sulle caratteristiche funzionali di questi alimenti - dice Simona Tassinari - Nel 2017, abbiamo lanciato i crioessiccati freschi. Si tratta di bacche e frutti: lamponi, cranberry, fragole, mirtilli e more. Tutti bio, coltivati in Europa e lavorati subito dopo la raccolta, con un processo particolare che li priva dell'acqua evitando l'ossidazione per conservarli e mantenere i preziosi principi nutritivi e le qualità organolettiche del frutto fresco”.

La 24esima edizione di Tutto Bio è anche dedicata ai bio-anniversari del 2018: 40 anni dalla nascita di Probios, 40 per La Finestra sul Cielo, 30 per Sana, 30 per il Ccpb, 25 per Bio Bank. “Ma – osserva Bertino - se oggi tutti fanno bio, la storia fa la differenza. Perché la storia si costruisce insieme, non s’inventa. E 25 anni dalla nascita di Bio Bank sono il tempo di una generazione. In tutti questi anni la missione di Bio Bank, però, è rimasta sempre la stessa: raccogliere, organizzare ed elaborare informazioni sulle varie attività bio in Italia, contribuendo a una descrizione condivisa della realtà. Un lavoro puntuale, diffuso tra carta, digitale e web, che si traduce anche nelle oltre trecento pagine dell’annuario cartaceo e nelle oltre cento dell’estratto digitale, pubblicato su Issuu per amplificarne la lettura online”.

Sono 11mila le attività bio in Italia pubblicate su Tutto Bio 2018 e censite in banca dati, cuore pulsante di tutta l’attività editoriale. Tra i numeri più interessanti per il settore ortofrutticolo, le 1.534 aziende agricole certificate biologiche con uno spaccio aperto al pubblico (il 45% di frutta e verdura), che diventano 2.879 se si considerano anche gli agriturismi; le 32 attività di e-commerce, di cui 23 al Nord collegate direttamente a 865 produttori e che effettuano un servizio strutturato di consegna a domicilio di frutta, verdura e altri prodotti freschi e trasformati, prevalentemente bio; le 22 catene di supermercati e discount che operano prevalentemente in ambito nazionale e propongono una linea di alimenti bio con la propria marca, per un totale di 3.529 referenze bio a marchio.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: