eventi
MARCA 2018
Bologna
16-17 Gennaio 2018
FRUIT LOGISTICA
Berlino
6-8 Febbraio 2019
BIOFACH 2019
Norimberga
13-16 Febbraio 2019
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019

leggi tutto

martedì 13 marzo 2018


Confagricoltura: la Pac è diventata un sussidio

Il 10 marzo alla Camera di commercio di Ragusa al workshop organizzato da Confagricoltura e dall'Ordine dei dottori agronomi e forestali è emersa una discussione che, partendo dal tema della Pac e delle prospettive che si impongono all'attenzione del post 2020, è arrivata a fotografare in modo nitido le problematiche annose che caratterizzano le politiche agricole del nostro Paese, tra lungaggini burocratiche, organismi di pagamento, bandi regionali e ritardi che necessitano del supporto vigoroso e programmatico delle politiche comunitarie.

Un confronto qualificato e articolato che ha visto protagonisti Piero Agen (presidente Camera di commercio del Sud Est della Sicilia), Antonino Pirrè (presidente Confagricoltura Ragusa), Francesco Celestre (presidente Ordine agronomi Ragusa), Corrado Vigo (presidente Ordine agronomi Sicilia), Ettore Pottino (presidente Confagricoltura Sicilia), Felice Assenza (direttore generale Mipaaf), Francesco Gurrieri (vice-direttore Ufficio pagamenti diretti Mipaaf), Andrea Sesti (presidente Conaf), Massimiliano Giansanti (presidente Confagricoltura) e Orazio Ragusa (componente della commissione Attività produttive all'Ars).

"L'agricoltura del nostro Paese, priva da sempre di una programmazione vera di politiche agricole, ha bisogno di essere comunitaria, attenta al tema del clima e competitiva - ha dichiarato Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura. Un'agricoltura - ha proseguito - legata quindi alle politiche comunitarie, dalle quali non possiamo prescindere pensando a ipotesi sciagurate come quella della nazionalizzazione delle politiche agricole. Per quanto riguarda il clima, c'è bisogno di mettere in campo soluzioni operative a livello comunitario per permettere alle aziende di gestire l'instabilità climatica, fonte di perdite di reddito per le imprese. La Pac dovrebbe essere un'integrazione al reddito aziendale, nei fatti è diventato una forma di sussidio. Vero è che le imprese agricole hanno retto meglio l'urto della crisi rispetto ad altri settori, ma oggi perdono sempre più di competitività nel mercato globale".

"C'è bisogno di sostenere le nostre imprese agricole - ha concluso il presidente di Confagricoltura - e il prossimo governo dovrà battersi a Bruxelles nei tavoli di programmazione di in vista della nuova Pac. L'agricoltura merita rispetto, senza agricoltura non si mangia, senza agricoltura non c'è vita. Meritiamo e pretendiamo rispetto".

Fonte: Confagricoltura


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: