eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong-Kong (Cina)
5-7 Settembre 2018
WORLD FOOD MOSCA
Mosca (Russia)
17-20 Settembre 2018
FRUITTRADE
Santiago (Cile)
3-4 Ottobre 2018
PMA FRESH SUMMIT
Orlando (Usa)
18-20 Ottobre 2018
FRUIT ATTRACTION
Madrid (Spagna)
23-25 Ottobre 2018
EIMA INTERNATIONAL
Bologna
7-11 Novembre 2018

leggi tutto

martedì 24 aprile 2018


Melone siciliano, un dolce Elisir

"Si prospetta un'ottima campagna commerciale per il melone siciliano, grazie a un alto livello qualitativo e una produzione equilibrata". Questa, in sintesi, la valutazione di Gianluigi Cugini, titolare dell'azienda Cedior di Milano, che fa del melone uno dei propri prodotti di punta, collocato prevalentemente nella grande distribuzione con il marchio Elisir.

"Abbiamo dei produttori specialisti di questa coltura – spiega Cugini – dislocati nella zona di Agrigento. Nelle piantagioni sotto serra si coltivano le migliori varietà attualmente disponibili e che più si adattano a questi areali".



"La scorsa settimana - prosegue l'imprenditore - abbiamo iniziato a commercializzare le prime partite, e da questa settimana in avanti i quantitativi saranno in progressivo aumento, raggiungendo il culmine a metà maggio. Rispetto ad un anno medio siamo in ritardo di un paio di settimane, ma la qualità del prodotto è molto elevata, sia in termini di pezzatura sia di grado brix (superiore a 15), grazie a un carico produttivo equilibrato sulla pianta. In questo modo disponiamo dei giusti quantitativi con un'alta qualità, così possiamo soddisfare tanto il produttore quanto il distributore".



Il melone si è distinto nelle ultime settimane per un andamento commerciale brillante. "Fino ad ora le quotazioni per il prodotto d'importazione sono state molto interessanti – dice Cugini – facilmente sopra 3 euro il chilo per il Marocco, e quasi a toccare 4 euro il chilo per il prodotto importato via aerea dalla Martinica. L'innalzamento delle quotazioni è stato causato da un calo produttivo del Marocco, e ne sta beneficiando anche la nostra produzione siciliana che è stata scambiata sui 3,50 euro il chilo. Nelle prossime settimane - conclude il titolare di Cedior - con il protrarsi della campagna ci sarà un riequilibrio delle quotazioni su valori più bassi ma allo stesso tempo remunerativi".

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: