eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 15 maggio 2018


Saent, è vincente il gusto degli asparagi selvatici

L’asparago Saent della ditta sementiera bolognese Lamboseeds si è aggiudicato la medaglia d’oro agli Innovation Award di Macfrut 2018 nella categoria sementi. “La varietà si sta dimostrando molto interessante per la resistenza alle più comuni patologie, fattori spesso limitanti per la coltivazione degli asparagi”, spiega a Italiafruit News il responsabile marketing Sandro Colombi.
Saent presenta un turione di calibro medio con apice ben chiuso, resistente alla sfioritura, di colore rosso violaceo e dal sapore amaro e deciso, tipico degli asparagi selvatici.

“Questa cultivar – continua Colombi - deriva dall’incrocio intraspecifico tra Asparagus officinalis e asparago Montine, una varietà in via di estinzione che si trova da sempre nelle zone litoranee del Veneto. Le sue caratteristiche principali sono l’elevata tolleranza alla salinità, la buona precocità, la spiccata resistenza alla stemfiliosi e l’immunità alla ruggine. Caratteristiche ereditate da Saent con, in più, i plus dell’altro genitore, l’asparago officinale. Il che significa un calibro più grosso se coltivato alla densità alla densità di 25.000 piante/ettaro circa mentre, a una densità d’impianto più elevata (35-40.000 piante), il calibro del turione diventa più fine facendolo assomigliare a un asparago selvatico”.



Grazie alla buona adattabilità alle aree litoranee, Saent potrebbe dunque trovare spazi produttivi e commerciali nei terreni sabbiosi e con alta salinità del Sud Italia. “Da sottolineare poi l’elevata fertilità e la lunghezza di 20-25 centimetri - conclude Colombi - Anche l’asparago Saent rientra nel progetto Lamboseeds Benessere dai nostri ortaggi, che ha l’obiettivo di produrre nuove varietà di ortaggi che vadano incontro alle esigenze di gusto e di salute dei consumatori”.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: