eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 10 luglio 2018


Abruzzo, la stagione degli ortaggi a foglia non decolla

La campagna degli ortaggi a foglia del Fucino (Abruzzo) stenta a decollare: praticamente tutti i prodotti locali, ad eccezione del radicchio, registrano prezzi stabili da alcune settimane a questa parte.

"La stagione orticola è iniziata verso il 15 maggio - spiega Fabrizio Lobene, presidente di Confagricoltura Abruzzo - Le produzioni si vendono bene, ma le quotazioni, purtroppo, sono insoddisfacenti. Il problema di fondo è la sovrapposizione dell'offerta con le zone della Campania e dell'Emilia-Romagna, dovuta al persistere di condizioni climatiche non tipiche dell'estate che hanno favorito l'allungamento del calendario in queste due aree".

"L'unica verdura a foglia che oggi tende ad emergere - sottolinea - è il radicchio: spunta prezzi superiori a tutti gli altri articoli e tiene bene il mercato".

La Piana del Fucino, posta a una altezza media di 600-700 metri, è l'unica zona d'Italia che può offrire ortaggi per l'intero periodo estivo. Qui se ne coltivano quasi 10mila ettari in campo aperto, pari a circa i due terzi della superfice agricola totale.

"Le verdure a foglia - evidenzia Lobene - così come il finocchio e le carote, presentano una qualità nettamente superiore alle scorse annate. Non si segnala la presenza di problematiche fitopatologiche e quindi i risultati, sul fronte della salubrità e del sapore, sono ottimi".

"Da qui ai prossimi 15 giorni - conclude il presidente di Confagricoltura Abruzzo - ci aspettiamo un lieve incremento dei prezzi per tutti i prodotti di stagione. Fra tre settimane, tra l'altro, gli agricoltori fucensi inizieranno la raccolta delle patate: le aspettative per la nuova campagna, la seconda per l'Igp, sono molto buone a livello sia produttivo che qualitativo".

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: