eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong-Kong (Cina)
5-7 Settembre 2018
WORLD FOOD MOSCA
Mosca (Russia)
17-20 Settembre 2018
FRUITTRADE
Santiago (Cile)
3-4 Ottobre 2018
PMA FRESH SUMMIT
Orlando (Usa)
18-20 Ottobre 2018
FRUIT ATTRACTION
Madrid (Spagna)
23-25 Ottobre 2018
EIMA INTERNATIONAL
Bologna
7-11 Novembre 2018
SPECIALE FRUTTA&VERDURA 2018
Milano
30 Novembre 2018

leggi tutto

mercoledì 8 agosto 2018


Mango e avocado, 30mila piante innestate nel Sud Italia

Negli ultimi mesi l'azienda vivaistica Cairo & Doutcher, con sede a Copertino (Lecce), ha venduto circa 30mila piante di avocado (22mila) e mango (8mila) ai produttori del Sud Italia, sempre più interessati a convertire i loro impianti frutticoli in campo aperto. E, in questi giorni, l'azienda sta raccogliendo i primi manghi leccesi coltivati all'interno di una serra di circa due ettari.

"Il gusto del mango pugliese è straordinario, così come il colore arancione della polpa - sottolinea l'imprenditore Uzi Cairo, tra i maggiori esperti di frutta tropicale in Italia - Ora stiamo preparando anche un impianto da 2,5 ettari con tecnologia antigelo per la coltivazione dell'avocado, che prevede un sistema di micro-irrigazione per bagnare le foglie non appena la temperatura scende a un grado centigrado. Sarà pronto a fine mese".
 

Frutti di mango - varietà Maya - coltivati sotto serra nel Leccese. 

"Gli ottimi risultati che abbiamo raggiunto quest'anno - evidenzia - confermano la forte crescita della frutta esotica a livello nazionale. Nel 2019 avremo pronte altre 80mila piante, pertanto stiamo investendo in maniera decisa su questi due frutti, oltreché sul melograno. Ma non solo. Ad esempio, anche le mele precoci sono molto richieste dai produttori meridionali, in quanto consentono loro di anticipare la raccolta di Gala di circa 40 giorni".

Come spiega l'imprenditore, il Salento (Puglia) e la Sicilia sono le zone ideali per la coltivazione dell'avocado in campo aperto. Il mango, da parte sua, mostra un miglior adattamento alle condizioni climatiche siciliane, specie delle province di Siracusa, Ragusa e Trapani. "Il nuovo materiale vegetale - conclude Cairo - impiega cinque anni per entrare in piena produzione. Ma i frutti, in generale, si cominciano a raccogliere dopo due anni e mezzo". 

Nelle foto sottostanti si possono vedere tre impianti che l'azienda vivaistica ha recentemente innestato nei terreni di produttori del Sud Italia. L'ultima foto, inoltre, evidenzia l'ottimo adattamento dell'avocado al clima del Salento. 


Impianto sperimentale di avocado in Calabria 


Impianto di mango di tre ettari a Rosolini (Siracusa). Il lavoro è terminato a luglio 2018


Impianto di avocado a Marina di Ragusa


Pianta di avocado cresciuta nella zona di Lecce senza strutture di protezione. La pianta si presenta sana nonostante le gelate del 2017

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: