eventi
EXPOSE 2018
Stoccarda (Germania)
21-22 novembre 2018
SPECIALE FRUTTA&VERDURA 2018
Milano
30 Novembre 2018
FRUIT LOGISTICA
Berlino
6-8 Febbraio 2019
BIOFACH 2019
Norimberga
13-16 Febbraio 2019
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019

leggi tutto

venerdì 14 settembre 2018


Civ, dopo Hong Kong si guarda a Madrid

Chiusi i battenti di Asia Fruit Logistica, Civ-Consorzio Italiano Vivaisti di San Giuseppe di Comacchio guarda al prossimo appuntamento fieristico, il salone madrileno Fruit Attraction 2018 (Madrid, 23-25 Ottobre) dove il Consorzio ferrarese sarà presente per la prima volta con un proprio spazio (Hall/Pabellón 3 - Stand 3 C08). 

Tracciando il bilancio della tre giorni di Hong Kong il presidente Pier Filippo Tagliani si dice molto soddisfatto: “Il salone cinese è l’evento di riferimento in Asia per il settore ortofrutticolo e costituisce un punto d’accesso privilegiato al mercato asiatico nonché una importante opportunità di scambio e contatto con i principali player a livello internazionale”. 

Ad Asia Fruit Logistica Civ ha portato le sue ultime novità in tema di melo, pero e fragola. Trattasi di nuove varietà maggiormente rispondenti ai nuovi “gusti” dei consumatori e più rispettose dell’ambiente, poiché resistenti e/o tolleranti ad alcuni patogeni, come per esempio: le mele Sweet Resistants® (Gaiapbr, Geminipbr, Fujionpbr, ecc.), la mela Civg198pbr/Modi®; alcune nuove selezioni di melo e pero nella loro fase finale di sviluppo iniziale e/o pre-commerciale, attualmente in corso di sviluppo anche nell’Area Far East; numerose varietà di fragole adatte ai diversi ambienti (Flaviapbr e Flaminiapbr per clima temperato e Clerypbr per ambienti a clima continentale) e rifiorenti (Muranopbr e Majesticpbr), per coltivazioni tradizionali in campo e/o moderne tecniche fuori suolo e/o in serra che uniscono una eccellente resistenza naturale ad ottime qualità organolettiche in linea con le moderne ed esigenti richieste del mercato globale; diverse tipologie di varietà di pero (precoci, bicolore, con epidermide totalmente rossa: Pe1Unibopbr/Lucy Sweet®, Pe2Unibopbr/Early Giulia®, Pe4Unibopbr/ Lucy Red®, ecc.) sviluppate supportando il programma di breeding dell’Università di Bologna.

“Le novità Civ - continua il presidente Tagliani - hanno riscosso grande interesse tra i visitatori di Asia Fruit Logistica. Civ ha avuto modo di incontrare i propri licenziatari Modi® International emisfero Nord ed emisfero Sud (Australia e Nuova Zelanda) nonché l’Importatore autorizzato mela MODIciv™ per l’India Ig International che è stato insignito del prestigioso Asia Fruit Award quale Importatore dell’anno”. Questo riconoscimento premia Ig International che dal 1999 ad oggi è divenuto uno dei principali operatori di riferimento del mercato Indiano con oltre 50 varietà di frutti importati da 20 Paesi e importanti investimenti in infrastrutture intermodali per una sempre più efficiente gestione della catena del freddo/logistica al fine di rispondere e/o anticipare le continue esigenze dei numerosi consumatori indiani. Durante il salone cinese il presidente Tagliani e il variety manager Marco Bertolazzi hanno incontrato altri partner internazionali per un proficuo aggiornamento sulle attuali e/o future collaborazioni progettuali (vivaistico/ produttivo/commerciale) a livello globale e nello specifico nei territori del Far East, dove si prospettano interessanti opportunità di sviluppo.

Venendo al prossimo appuntamento di Fruit Attraction “il nostro obiettivo - dice il presidente Tagliani - è incontrare la clientela e gli operatori internazionali, con un’attenzione specifica per quelli del mondo latino e spagnolo. Infatti Civ si sta impegnando attivamente per aumentare la propria presenza in questi mercati che offrono certamente importanti opportunità di sviluppo per la genetica del consorzio ferrarese, viste le caratteristiche organolettiche ed agronomiche delle nuove varietà proposte”. 

“A Madrid proporremo - conclude Tagliani - l’intera gamma delle nostre produzioni frutto di un programma Ricerca & Sviluppo costruito su alcune linee-guida: naturale rusticità e vigoria delle piante; buona adattabilità alla produzione Integrata nonché biologica, oltre ovviamente a quella convenzionale con produttività elevata; produzione a basso impatto ambientale grazie alla tolleranza alle malattie ed alle ridotte esigenze idriche e nutrizionali; frutti di ottima qualità dal sapore distintivo, con ottime caratteristiche di consistenza e conservazione”.

Fonte: Ufficio stampa Civ


Leggi altri articoli su:

Civ

Altri articoli che potrebbero interessarti: