eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
SIMPOSIO MONDIALE DELLE CAROTE
York (Regno Unito)
4-7 Ottobre 2021 

leggi tutto

Lattughe, Brunelli, Romagna, I Gamma mercoledì 10 ottobre 2018


Brunelli cresce del 15% nei primi nove mesi

La campagna estiva delle orticole non è stata delle migliori, ma neanche da buttare via. E’ l’opinione di Daniele Brunelli, alla guida dell’omonimo gruppo cesenate: oltre mille ettari gestiti da una trentina di aziende associate in Campania, Calabria, Puglia e Sicilia per una fornitura costante di ortaggi 12 mesi l’anno.

“La stagione delle lattughe e delle verdure in genere è stata abbastanza buona, con prezzi un po' più alti sia alla produzione, sia alla vendita – dice Brunelli a Italiafruit News – Agosto, in particolare, che è stato colpito dal maltempo, si è caratterizzato da vuoti di offerta che hanno sostenuto i prezzi. Uniche eccezioni cetrioli e zucchine che hanno registrato surplus produttivi”.

Il Gruppo Brunelli continua a crescere. “Negli ultimi anni il fatturato è sempre aumentato e, dai 16 milioni del 2017, a settembre di quest’anno eravamo già al 10-15% in più – spiega l’imprenditore – Siamo appena partiti con la raccolta degli ortaggi invernali per la I gamma, tra cui cavoli, nero e romanesco, broccoletti, cavolfiori, ma anche con le giuggiole sfuse, per le quali c’è molta richiesta. Il mercato è partito bene ma ora, con le temperature in rialzo, si sta calmando”.



L’azienda ha appena rinnovato il proprio sito internet che ora è disponibile anche in lingua inglese, visti i progressi dell’export, in particolare verso i Paesi dell’Est Europa. “Prossimo obiettivo, implementare l’offerta con alcuni prodotti per la I gamma evoluta – conclude Brunelli – A partire dagli sfalciati, tipo il lattughino, che produciamo nelle nostre aziende nel Sud Italia”.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: