eventi
MARCA 2018
Bologna
16-17 Gennaio 2018
FRUIT LOGISTICA
Berlino
6-8 Febbraio 2019
BIOFACH 2019
Norimberga
13-16 Febbraio 2019
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019

leggi tutto

venerdì 7 dicembre 2018


Kiwi, l'Australia «ci fumiga»

In attesa di capire le nuove regole per esportare kiwi italiano in Australia, Italiafruit News ha chiesto a Paolo Carissimo, ad della RK Growers (braccio commerciale del Gruppo Rivoira) cosa stia succedendo nel Paese oltremare dopo la decisione governativa di intensificare i controlli sul nostro prodotto (vedi notizia di ieri).

“In questi giorni tutto il prodotto che arriva dall’Italia, a prescindere dalla cimice asiatica, viene fumigato – spiega Carissimo – Diciamo che se prima l’Aquis, il Servizio fitosanitario locale, decideva per la fumigazione dopo una ispezione preliminare che verificava la necessità di un simile trattamento, ora gli importatori lo fanno a prescindere”.

Una soluzione che, in passato, è stata utilizzata anche dopo avere riscontrato la presenza nei container di semi di specie esotiche, non presenti in Australia. “Con la fumigazione gli importatori sono tranquilli perché è sufficiente a scongiurare il rifiuto delle partite italiane. Ma, ovviamente, il trattamento di per sé è dannoso perché accelera la maturazione del prodotto, soprattutto del kiwi a polpa gialla, più sensibile”.

Il Gruppo Rivoira esporta in Australia 100-130 container di kiwi l’anno. “Non sono grandi quantitativi, ma si tratta di prodotto selezionato, quindi solo calibri grandi, kiwi giallo Dorì e sempre di elevata qualità. Insomma – conclude Carissimo – frutti premium che ci permettono di essere fornitori di Woolworth e Coles, le due catene più importanti del Paese”.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: