eventi
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
INTERPOMA CHINA
Shanghai
15-17 Aprile 2019
THINK FRESH 2019
Rimini
7 Maggio 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019

leggi tutto

venerdì 22 febbraio 2019


Mela rosa dei Monti Sibillini, un progetto di rilancio

Due cugini, la passione per l'agricoltura, sette ettari di terreno e le risorse del Psr. Sono questi gli ingredienti che hanno dato vita a un progetto di rilancio della produzione della mela rosa dei Monti Sibillini, presidio Slow Food.

L'Azienda agricola Fienarolo, con Alessandro e Jacopo Bassetti, mira a produrre succhi di frutta partendo da questa mela tipica del territorio marchigiano. “Dopo un primo test lo scorso anno, tra ottobre e novembre avremo il primo raccolto con cui affacciarci al mercato – racconta Alessandro Bassetti – A livello di superfici abbiamo il frutteto più esteso di mela rosa di tutte le Marche. Crediamo in questo progetto di biodiversità, non si tratta di un impianto intensivo, ma di vari fenotipi di mela rosa su portainnesto selvatico con forma di allevamento ad alberello. Un po' controcorrente rispetto agli impianti più moderni, ma il nostro spirito è questo”.



L'Azienda Fienarolo produce anche grano Senatore Cappelli e olive da tavola. In un territorio per lo più dedicato ai vigneti, i cugini Bassetti vogliono rilanciare la mela rosa per fare succhi, sidri e prodotti trasformati.

“La mela rosa dei Monti Sibillini è un frutto che si presta al consumo fresco, perché ha ottime capacità di conservazione rimanendo croccante nel tempo, sia alla trasformazione. E' una mela rustica, tipica della dorsale appenninica, coltivata dai 450 ai 900 metri di quota – aggiunge il giovane imprenditore agricolo – Nessuno, finora, ha pensato a un succo di mela rosa, saremo i primi a immetterlo sul mercato, l'interesse c'è e non vediamo l'ora di raccogliere i nuovi frutti e di procedere con la trasformazione. Come canali di commercializzazione puntiamo alla Gdo e ai negozi specializzati: con il fresco lo scorso anno abbiamo lavorato con Coop Alleanza 3.0, la grande distribuzione è molto interessata alla novità biologiche”.

Mela rosa Monti Sibillini

“Crediamo ci sia spazio per questi prodotti di nicchia e il presidio Slow Food è molto apprezzato anche all'estero – conclude Bassetti – A regime avremo una produzione di mele rosa di circa 30 tonnellate. Siamo piccoli, il progetto sta muovendo i primi passi, ma vogliamo proporre un'alternativa del territorio per chi non beve vino lanciando prodotti come il succo e il sidro di mela rosa”.

Copyright 2019 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: