eventi
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 28 febbraio 2019


«Fragole e berries, vendite in continua crescita»

Continua a crescere in Romagna, anno dopo anno, il commercio di fragole e piccoli frutti come mirtilli, lamponi, ribes e more. A confermarlo a Italiafruit News è Giampiero Perla, co-titolare dell'azienda grossita Bdl che opera da 35 anni all'interno del Mercato ortofrutticolo (Caar) di Rimini. "La nostra azienda - spiega - commercializza fragole e berries per 365 giorni l'anno. E, in confronto agli anni scorsi, ne stiamo vendendo sempre di più".

"Nei mesi di dicembre e gennaio - prosegue Perla - la fragola rimane una referenza di nicchia, ma già a partire dai primi giorni di febbraio diventa a tutti gli effetti un articolo da banco, al pari di clementine e mele. Le vendite di berries, in questa fase, sono legate prevalentemente al canale delle pasticcerie. Prodotti come mirtilli, lamponi e more registrano il loro picco dei consumi durante i periodi di festività e nei mesi primaverili ed estivi, quando la riviera romagnola si anima di ristoranti e alberghi". 



L'offerta attuale di fragole comprende tre origini: Sicilia, Basilicata e Campania. "La campagna siciliana si sta per concludere - sottolinea Perla - Da qualche settimana abbiamo iniziato a vendere la Candonga lucana e la Sabrina campana, che presentano una ottima qualità". 

Per quanto riguarda i piccoli frutti, invece, la Bdl sta gestendo produzioni d'oltremare, quali ad esempio i mirtilli argentini, in attesa dell'avvio della stagione italiana. "Il 99% delle nostre vendite di berries fa riferimento a quattro articoli: guidano la classifica mirtilli, more e lamponi, seguiti dal ribes. Il restante 1% riguarda altri prodotti come l'uva spina e il mini kiwi". 

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: