eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Angurie mercoledì 20 marzo 2019


Angurie, altalena dei prezzi per il prodotto d'importazione

L’anguria è senza dubbio uno dei frutti simbolo dell’estate, particolarmente apprezzata durante le giornate torride per la sua capacità rinfrescante e dissetante. Tuttavia, già da diversi anni la campagna commerciale non si limita solo al periodo più caldo dell’anno, ma ha un seguito sia prima, nei mesi primaverili, sia dopo, nei mesi autunno-vernini, grazie al prodotto di importazione estera.

Per capire meglio le dinamiche relative al prodotto di contro-stagione abbiamo incontrato Davide Ferraresso, responsabile commerciale della ditta Due Erre di Padova. “La campagna dell’anguria d’oltremare parte solitamente fra ottobre e novembre con la produzione brasiliana che prosegue fino a fine febbraio; da marzo fino ad aprile è il momento delle angurie provenienti da Panama e Costarica che fanno da raccordo con la produzione italiana. In questo modo riusciamo a garantire la disponibilità del prodotto per 12 mesi all’anno”.



Purtroppo, la stagione commerciale non è stata memorabile come spiega Ferraresso. “Soprattutto la prima parte della campagna, da ottobre fino a febbraio, è stata particolarmente negativa con quotazioni estremamente basse, fra i 20 e 30 centesimi al chilo. Tale debacle a livello di prezzi, è dovuta esclusivamente ad un calo dei consumi da parte di tutti gli Stati europei, in quanto i volumi che sono stati immessi nel Vecchio Continente sono rimasti invariati rispetto alle ultime annate e dall’altro canto non ci sono stati problemi qualitativi che possano aver inficiato il risultato in tal senso”.

“Attualmente – conclude Ferraresso – le quotazioni sono in risalita e si attestano a livelli sicuramente superiori, fino a 70-80 centesimi, che potrebbero di certo aumentare se il clima sarà dalla nostra parte”.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: