eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
SANA 
Bologna
6-9 Settembre 2019 
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 27 maggio 2019


Salute, Harvard boccia i succhi di frutta, meglio il caffè

Negli Stati Uniti la metà della popolazione riferisce di consumare almeno una bevanda dolce al giorno. E gli sforzi per cambiare queste abitudini alimentari sono focalizzati sui bambini e sulle bevande analcoliche. Ma uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Harvard suggerisce che bisognerebbe occuparsi anche degli adulti… e dei succhi di frutta.

In effetti, gli zuccheri presenti nei succhi – anche se sono al 100% naturali – sono molto simili agli zuccheri che l’industria aggiunge alle bibite. E le analisi dei dati sulla salute di oltre 13.000 americani sembrano indicare che l’eccessivo consumo di succo di frutta può portare ad un aumento del rischio di morte prematura dal 9 al 42%.

I ricercatori hanno, inoltre, associato i succhi di frutta – anche se restano meno deleteri, grazie alle sostanze nutritive che contengono – a un rischio di sviluppare il diabete o le malattie cardiache“Succhi di frutta, ma non frutti interi”, ha affermato Marte Guasch-Ferré, ricercatrice presso la Havard University. I nutrizionisti raccomandano di non consumare più di 20 centilitri di succo di frutta al giorno.

“Per quello che sappiamo oggi, l’acqua rimane la bevanda ideale. E per sostituire le bevande zuccherate, è meglio optare per un o un caffè… senza zucchero o latte“, ha concluso Marte Guasch-Ferré.

Fonte: www.salutelab.it


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: