eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Nova Coop lunedì 1 luglio 2019


Nova Coop approva i bilanci e conferma Dalle Rive al vertice

L’innovazione come driver di sviluppo, la capacità di interpretare i bisogni dei consumatori e offrire risposte sempre nuove confermandosi “cooperativa leader di pensiero e azione”, l’abilità di migliorare la produzione di ricchezza dalla gestione commerciale segnano i risultati del bilancio consuntivo 2018 di Nova Coop, approvato nel corso della 30.ma Assemblea generale dei Delegati, che si è tenuta sabato al Grand Hotel Dino di Baveno (Vb).

I ricavi da vendite e prestazioni hanno raggiunto la cifra di un miliardo e 51 milioni di euro, con un utile netto di 9,3 milioni di euro. All’assemblea generale hanno partecipato 219 Soci delegati, eletti nel corso delle 48 assemblee separate che si sono svolte in Piemonte e in alcune località della Lombardia occidentale nelle scorse settimane. I lavori sono stati aperti dalla relazione del Presidente di Nova Coop Ernesto Dalle Rive e hanno ricevuto i contributi del Presidente nazionale di Legacoop Mauro Lusetti e del Presidente di Coop Italia Marco Pedroni. Presente anche il Presidente di Associazione Nazionale Cooperative di Consumo – Coop Luca Bernareggi.
 
I Soci hanno eletto il nuovo consiglio di amministrazione della cooperativa dei consumatori, che guiderà Nova Coop nel prossimo triennio. Ne fanno parte: Erik Barone (Alessandria), Antonietta Barrina (Rivoli), Luca Bergamasco (Novara), Daniela Blengio (Bra), Mario Bocchetta (Borgosesia), Antonio Borello (Ciriè), Luca Ciurleo (Gravellona Toce), Piergiuseppe Coero Borga (Pinerolo), Armando Costelli (Asti), Bruno Crosa (Biella), Ernesto Dalle Rive (Collegno), Michele Di Lella (Beinasco), Mario Ferragatta (Santhià), Rosa Fotia (Verbania), Renato Germiniani (Novara), Fabrizio Gillone (Trecate), Elisa Girola (Nichelino/Carmagnola), Giancarlo Gonella (Torino), Riccardo Messina (Cameri), Francesco Naggi (Castano Primo), Giuseppe Nicolo (Biella), Rosa Patrizio (Avigliana), Benedetto Perotto (Torino), Gisella Piazza (Omegna), Rita Schipani (Casale Monferrato), Patrizia Speranza (Villadossola), Giuseppina Tancredi (Collegno), Lucia Ugazio (Galliate), Katia Venturi (San Mauro Torinese) e Gianlorenzo Viarengo (Cuneo).
Il nuovo consiglio di amministrazione della cooperativa ha riconfermato Ernesto Dalle Rive alla presidenza e Giuseppe Nicolo e Lucia Ugazio alla vicepresidenza.


 
I risultati del bilancio civilistico 2018
Le vendite del 2018 sono state generate per 986 milioni dalla rete di supermercati e ipermercati, con una lieve diminuzione degli scontrini battuti sull’anno passato compensata dall’aumento del valore della spesa media (ipermercati +1,1% supermercati +2,4%), per circa 69 milioni dalle stazioni a marchio Enercoop di Pinerolo, Biella, Cuneo e Vercelli grazie all’erogazione di 52 milioni di litri a 2,3 milioni di clienti, con un incremento degli acquirenti in omogeneo del 9,3% sull’anno precedente. Nuovo apprezzamento anche per Fiorfood, il concept store di Nova Coop situato a Torino in Galleria San Federico, che ha chiuso il terzo anno completo di attività con un fatturato di 5,5 milioni di euro (+5,13% sul 2017) e un’incidenza della vendita tradizionale in leggero aumento rispetto al comparto ristorazione, rispettivamente al 56% e 44%.
 
I risultati conseguiti dalla gestione commerciale hanno permesso di confermare il posizionamento di Nova Coop di leadership sul territorio di riferimento e sono conseguenza di una strategia che ha agito sulla leva promozionale per fidelizzare ulteriormente Soci e clienti e contrastare il crescente affollamento di proposte della grande distribuzione organizzata in un’area nella quale l’affacciarsi di nuovi competitor ha prodotto nuove aperture per un totale di 23 mila metri quadri di superficie di vendita. La cooperativa ha indirizzato ai Soci il 73,81% delle vendite e generato a loro risparmi per 93,3 milioni di euro.

La cooperativa ha fatto registrare risultati economici molto positivi, effetto anche dalle scelte gestionali operate negli ultimi anni. Ebitda oltre 60 milioni di euro, margine operativo al lordo dei premi di oltre 16 milioni e cash flow a 54,5 milioni.  La gestione finanziaria, al netto delle svalutazioni di fine anno a bilancio per 27 milioni di euro, registra complessivamente 45 milioni di utile, di cui 23 derivanti dai dividendi frutto della partecipazione in Unipol. La posizione finanziaria netta è migliorata di oltre 50 milioni e la dotazione patrimoniale passa da 754 milioni a oltre 779 milioni quest’anno, con incremento nel triennio di 34 milioni di euro.

Il commento del Presidente di Nova Coop Ernesto Dalle Rive: "Questo risultato di esercizio è il migliore degli ultimi anni per la qualità del dato che racchiude, poiché costruito grazie al miglioramento della gestione commerciale. Un dato che conferma il nostro trend positivo e sovverte la narrazione di chi ama rappresentare le Coop come capaci di fare buoni bilanci solo agendo sulla leva finanziaria.  Le linee guida del nostro piano strategico si sono confermate vincenti permettendo di introdurre innovazioni importanti nella cultura del gruppo dirigente, nelle politiche di servizio e di posizionamento. Nelle nostre ultime iniziative commerciali, da Botticelli alla nuova consegna a casa, c’è un filone unico di innovazione e sperimentazione per essere al passo del mercato e dei nuovi bisogni di un consumatore sempre più evoluto".

L’innovazione come driver di sviluppo
Nel 2018, l’innovazione è stata uno dei driver delle scelte della cooperativa. Ad aprile ha aperto il nuovo Enercoop a Vercelli e a novembre il primo Superstore Nova Coop a Torino, al quale è seguito nel marzo 2019 il secondo punto vendita di Giaveno. Fare la spesa “Presto e Bene” è il concetto che ha guidato l’intera progettazione del Superstore, per offrire alla clientela un’esperienza di acquisto semplice e gratificante, ma anche coerente con il tempo a disposizione, abbinata ad un sistema di ristorazione attivo per tutta la giornata. L’innovazione è l’asse portante del nuovo format di vendita grazie all’impiego di dispositivi tecnologici di ultima generazione che facilitano e arricchiscono l’esperienza del consumatore, che ormai passa sempre di più attraverso il digitale. Parallelamente è proseguito l’impegno per la rigenerazione della rete esistente con interventi sugli ipermercati di Gravellona Toce, Cuorgnè e Borgomanero e i supermercati di Chivasso e Trecate e con un investimento complessivo di 7,7 milioni di euro. L’innovazione ha permeato anche le politiche del personale, volte all’incentivazione della capacità di tutti di sentirsi protagonisti della vita della cooperativa. Nella ridefinizione della proposta commerciale si è avviato un percorso di coprogettazione al quale sono stati chiamati a partecipare anche i giovani dipendenti e tutte le persone che si riteneva potessero offrire un apporto importante.
 
I Soci e il Prestito Sociale
I Soci di Nova Coop a fine 2018 erano 594.736, con una presenza maggioritaria delle donne (59%) e una significativa rappresentanza dei giovani tra i 18 e i 35 anni tra i nuovi Soci (24,1%). La Cooperativa ha chiuso l’anno registrando 1828 nuove adesioni di Soci prestatori, superando complessivamente gli 85.000 e arrivando a un’incidenza percentuale sull’intera base sociale del 14,34%. Una testimonianza di fiducia nell’azione di Nova Coop che, accanto alla costante attenzione al perseguimento dell’efficienza gestionale e al miglioramento dell’equilibrio finanziario, conferma il proprio impegno per il rafforzamento patrimoniale: il patrimonio netto raggiunge i 779 milioni e supera la raccolta di prestito sociale che, nel 2018, è stata di 671 milioni di euro.
 
L’impatto sociale
Nova Coop si conferma una grande cooperativa partecipata da centinaia di migliaia di soci, un’ampia base sociale che articola la propria presenza in tutti i territori della regione e sviluppa un insieme di iniziative importanti. Numerose attività parlano ai giovani, come Coop Academy. Ci sono poi progetti che parlano della tutela dell’ambiente e della salute come la campagna che Coop svilupperà sul tema delle microplastiche. Iniziative che parlano di educazione al consumo e di educazione alla legalità. I negozi di Nova Coop non sono soltanto dei luoghi fisici in cui le persone vengono ad acquistare un prodotto ma parte integrante della comunità e luoghi dove si costruisce un modo diverso di stare assieme e questo è il tratto distintivo nel modo di fare impresa che differenzia la cooperativa dalle altre insegne della grande distribuzione organizzata.
 
Risultati consolidati del Gruppo Nova Coop
Per il secondo anno Nova Coop ha redatto e sottoposto all’approvazione dei Soci, nel corso dell’Assemblea generale, un bilancio consolidato di Gruppo che incorpora i risultati delle società controllate a quelli della capogruppo. Il valore complessivo delle vendite di gruppo si posiziona così a 1,45 miliardi di euro per effetto principalmente dell’offerta di utilities del mercato energetico di Nova Aeg Spa e delle operazioni sul mercato immobiliare di Sviluppo Dora Srl. L’utile netto del Gruppo Nova Coop è prossimo a 9 milioni di euro, il patrimonio netto consolidato si attesta sui 780 milioni di euro.
 
Dallo scorso anno il Bilancio sociale di Nova Coop è diventato Bilancio di Condivisione
Partendo dai numeri del Bilancio civilistico, il bilancio di condivisione racconta una bella storia di valore condiviso con tutti gli interlocutori della cooperativa: i Soci e i clienti, che possono accedere a prodotti e servizi di buona qualità ad un giusto prezzo;  i lavoratori, cui viene offerta una buona occupazione in un’impresa sana; le comunità locali, che possono beneficiare delle iniziative sociali promosse dalla Cooperativa; i fornitori, che trovano in Nova Coop un partner commerciale con cui confrontarsi e crescere; il movimento cooperativo, con l’obiettivo di perseguire politiche sempre più integrate le future generazioni, potenziali soci e cittadini del futuro. Il valore condiviso è la sommatoria dei valori fondanti che diventano impegno quotidiano e che da più di 150 anni fanno della cooperazione una forma di impresa originale e di successo.  Democrazia, mutualità, attenzione per l’ambiente e per l’etica, solidarietà e rispetto della persona sono valori vivi e reali che si intrecciano ogni giorno con le scelte della cooperativa.

Fonte: Nova Coop


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: