eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

mandorlicoltura venerdì 12 luglio 2019


I produttori lucani puntano la frutta secca

Pesche, nettarine e albicocche non danno più soddisfazioni e i produttori del Metapontino volgono lo sguardo altrove. Verso la frutta secca, in particolare. Mercoledì un gruppo di una decina di produttori di Montalbano Jonico (Matera) ha visitato un’azienda foggiana specializzata nella coltura superintensiva di mandorleti. 

A presentare il “modello” hanno pensato Giovanni Cerabona e Roberto Roberti di Agromillora Group, società spagnola specializzata nel settore vivaistico, mentre la descrizione tecnica a scientifica è stata affidata agli agronomi della società Agrimeca di Turi (Bari), attiva sia in Puglia che in Basilicata.



Di pari passo con gli espianti di drupacee, cresce in Basilicata l’interesse nei confronti della mandorlicoltura, delle colture meccanizzate e dell’innovazione per fronteggiare un mercato sempre più ostico per chi non riesce a differenziare e differenziarsi. Nel corso della visita è stato posto l’accento sull’importanza della gestione biologica, altro elemento caratterizzante in grado di assicurare valore aggiunto ai produttori. II gruppo di produttori, ognuno dei quali, mediamente, gestisce superfici dai 30 ettari in su, è alla ricerca di realtà organizzate in modo da poter contare su contributi comunitari che abbattano gli eventuali i costi di realizzazione. 



E dopo l’estate Agromillora organizzerà un convegno tecnico scientifico con esperti per illustrare tutti gli aspetti collegati alla coltivazione della frutta secca.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: