eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Stephan Rötzer San Lucar lunedì 2 settembre 2019


San Lucar allo Speciale Frutta & Verdura 2019

Invitare un tedesco a parlare delle sfide internazionali del mercato di frutta e verdura potrà apparire un po’ irrituale in un Paese, come l’Italia, che è stato a lungo il primo fornitore di frutta e verdura nei mercati d’oltralpe. Ma se parliamo di modelli di business da studiare e da cui prendere ispirazione per il futuro, quello di San Lucar e del suo vulcanico leader Stephan Rötzer (nella foto sopra) è certo uno dei più moderni e dinamici che vi possiamo proporre.

I numeri parlano chiaro: fondata a Valencia nel 1993 da questo figlio d’arte, San Lucar ha oggi filiali in Germania, Austria, Spagna, Tunisia, Sudafrica, Ecuador, Benelux e Dubai, conta 2.800 addetti e si sta espandendo anche negli Stati del Golfo, in Russia e in Canada. Attiva nella produzione e nel commercio di frutta e verdura, con un turnover di oltre 400 milioni di euro e una gamma di oltre 100 tipologie di prodotti provenienti da oltre 35 Paesi, San Lucar è la marca con il più vasto assortimento nel commercio al dettaglio d’ortofrutta.

Al di là di queste performance da Guinness dei primati, San Lucar è un caso da studiare e da cui prendere ispirazione perché nella filosofia di approccio al business, Rötzer ha abbracciato in con grande coerenza almeno un paio di elementi strategici che sono ancora oggi di grande attualità nel mercato tempestoso dell’ortofrutta e che sono stati fondamentali per il successo di questo gruppo internazionale.


I “master growers” di San Lucar

Il primo è la continua tensione di San Lucar per riuscire a garantire con continuità frutta e ortaggi buoni da mangiare al fine di mantenere la promessa fatta ai propri clienti. Tutto questo è possibile solo grazie ad una maniacale attenzione alla continua ricerca e selezione delle migliori varietà, delle zone con le condizioni climatiche più adeguate per la loro coltivazione, accompagnata dalla ricerca dei produttori più professionali, i “master growers” di San Lucar, fra i quali in Italia vi è la famiglia Giuliano. Quando Stephan visita i suoi partner nei Paesi produttori e ha la possibilità di assaggiare i frutti, come dice, si sente a casa. Il suo sogno è portare frutta e verdura sulle tavole delle persone in un modo diverso: “fresco, gustoso e sano come amo fare per la mia famiglia”.

Il secondo è la centralità della marca per rendere riconoscibile e riacquistabile un prodotto che è in grado di mantenere la promessa di qualità fatta ai clienti e che San Lucar interpreta con tutti i crismi dei più blasonati prodotti del largo Consumo, tanto che il brand con il suo pay off “taste the sun” è oggi protagonista in molti supermercati di Germania e Austria con corner e isole dedicate in cui porta i valori dell’eccellenza in modo complementare ai prodotti non brandizzati e alle marche dei distributori. In questo ambito San Lucar ha addirittura aperto nel 2019 il suo Flagship Store all’interno dello storico negozio KaDeWe a Berlino.



Eccellenza sui prodotti, cooperazione internazionale e vocazione all’innovazione, ma anche attenzione ai temi ambientali e sociali - grazie al programma Dreams (Development Responsible Enviroments and Multicultural Societies) - fanno di San Lucar un’impresa di riferimento nel business dell’ortofrutta a livello internazionale e un modello da cui trarre ispirazione per i nostri Stati Generali. Il suo leader, poi, è un vulcano di idee e una continua fonte d’ispirazione. Vi consiglio di non perdervi l’occasione di ascoltarlo.
Per maggiori informazioni su come partecipare all'evento del 20 Novembre al Teatro Manzoni di Milano clicca qui.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: