eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 10 settembre 2019


Spirulina, l'alga da 180 euro il chilo

Alla fiera Sana di Bologna non poteva certo mancare l’alga spirulina, “novel food” di tendenza che vanta innumerevoli proprietà nutrizionali, dal momento che contiene tutti gli aminoacidi essenziali per la buona salute dell’organismo umano, ma è anche ricca di ferro, proteine e povera di grassi. 

La spirulina, e in particolare la versione essiccata, potrebbe trovare impiego sia come snack che come "arricchitore" dei mix di insalate di quarta gamma. Certo, non è un alimento per tutte le tasche, soprattutto se parliamo di produzioni italiane a filiera certificata biologica. E' il caso, ad esempio, della società agricola Severino Becagli, start up di Grosseto che coltiva e raccoglie la spirulina nella Tenuta San Lorenzo, in un casolare situato nel cuore della Maremma Toscana.

“Facciamo crescere la spirulina in vasche aperte, chiamate raceway ponds, che consentono una perfetta regolazione delle condizioni di coltivazione, eliminando il rischio di contaminazione del prodotto finale", ci ha raccontato al Sana una referente dell'azienda toscana, grande protagonista della manifestazione fieristica grazie a continui cooking show che hanno allietato i palati dei visitatori.


Lo stand dell'azienda al Sana 

“La nostra spirulina è disponibile fresca (shelf life media di 5-7 giorni), essiccata e granulata in polvere. Il colore tende al blu e il sapore ricorda un po' i semi di zucca. Nulla a che vedere con il gusto di mangime per pesci che ha la stragrande maggioranza della spirulina trovabile in commercio”.

L’azienda ha lavorato duramente due anni per riuscire ad ottenere il sapore attuale. “Niente deve esser lasciato al caso nel processo di crescita - ha sottolineato ancora la referente - L'acqua di coltivazione, ad esempio, è un fattore fondamentale ai fini della qualità non solo gustativa, ma anche nutrizionale. Noi, per esempio, utilizziamo l'acqua del nostro pozzo e l’andiamo a trattare con raggi ultravioletti per neutralizzare la carica batterica".


Impianto della Severino Becagli

Non tutta la spirulina è uguale, dunque. E la differenza si esprime nel prezzo. “Oggi sul mercato mondiale - conclude - si può trovare a 10 dollari il chilo (circa 9 euro/kg), ma si tratta produzioni di Cina o India per il quale il consumatore non ha la sicurezza del metodo di coltivazione. E questo è un problema serio, dal momento che la spirulina si comporta come una spugna: se l’acqua è inquinata, anche essa lo sarà. Il nostro prodotto Made in Toscana, orgogliosamente controllato e biologico, può costare invece fino a 200 dollari il chilo (circa 180 euro il chilo). Quanto se ne deve consumare? Per avere gli effetti desiderati, bastano dai 4 ai 10 grammi al giorno a seconda dell'attività fisica svolta”.

La società Severino Becagli, attraverso la collaborazione con aziende artigianali toscane, ha anche sviluppato alimenti a base di spirulina come birra, pasta, formaggi, miele e cioccolato. Come si dice: l’appetito vien mangiando…


Visitatori interessati alle pietanze cucinate a base di spirulina

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: