eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Clementine Spagna martedì 1 ottobre 2019


Con i profumi d'autunno si risvegliano i mercati

Nonostante l'ondata di caldo degli ultimi giorni, i nuovi prodotti stagionali stanno dando una sterzata alle stanche vendita della frutta estiva. Difficile rialzare i prezzi nella coda della campagna per prodotti scambiati a valori bassi per mesi, mentre le new entry sulla piazza sono state accolte positivamente dalla clientela. Questo è il quadro che traccia Giovanni Boccuzzi, responsabile vendite della Fruttattiva di Conversano (Bari).



"Abbiamo iniziato a lavorare con i kaki vaniglia e negli ultimi giorni abbiamo visto parecchio movimento: in giro si devono calibri ridotti, ma noi abbiamo un produttore casertano che ci sta dando pezzatura extra ed elevata qualità, i frutti migliori li vendiamo a 1,50 euro il chilo - La campagna dei loti è partita due settimane in ritardo rispetto al solito, ma ora speriamo di recuperare il tempo perduto".

Fruttattiva sta lavorando anche con le prime partite di kiwi nazionali. "I frutti sviluppano un grado brix di 9 e la richiesta sta iniziando a salire - afferma Boccuzzi - Buoni segnali anche dalle susine Angeleno, discreti volumi e pezzatura media".



Tra le novità dell'azienda pugliese c'è una gamma di pomodorini siciliani di alta qualità, contraddistinti da un imballaggio dedicato e dal marchio Prima Linea. "Sono ciliegini e piccadilly coltivati a un chilometro dal mare nell'areale di Pachino - prosegue il manager - Un prodotto che ci sta dando parecchie soddisfazioni: abbiamo sposato la linea dell'alta qualità, non guardiamo al prezzo, e i risultati sono positivi".



Discorso diverso le uve da tavola. "Il prodotto non è eccezionale, almeno quello che finisce all'ingrosso e le vendite ne risentono - ancora Boccuzzi - Mentre nonostante le temperature alte con le castagne si vedono buoni segnali: la produzione italiana sarà molto scarsa e così abbiamo avviato importazioni da Spagna e Portogallo: 4 euro il chilo per le più piccole, 5-6 euro per le pezzature maggiori e le vendite ci sono. Siamo partiti anche con gli agrumi: le prime clementine spagnole si presentano di buon calibro e le proponiamo a 2 euro il chilo, pochi volumi per il momento, ma ci aspetta una campagna importante per gli agrumi - conclude Boccuzzi - probabilmente positiva visto che mancano un po' di quantità in Italia".



Copyright 2019 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: