eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

mercoledì 23 ottobre 2019


Arance, in Sicilia si arriva già a 12 gradi brix

Si accinge a partire la nuova campagna arancicola dell'Organizzazione di produttori Cai (Cooperativa Agricoltori Ionici), tra i principali player di mercato degli agrumi biologici con sede a Furci Siculo, in provincia di Messina. Tra pochi giorni, infatti, l'Op siciliana darà il via alle raccolte di arance Navel, che “registrano un anticipo stagionale di circa una settimana rispetto all'anno precedente”, come spiega a Italiafruit News il presidente Salvatore Scarcella.

Buone le aspettative dal punto di vista produttivo. I frutti dovrebbero infatti essere caratterizzati da ottime caratteristiche qualitative. “Le arance Navel stanno presentando una buccia particolarmente fine e un livello medio di concentrazione zuccherina molto elevato (11-12 gradi brix), dovuto alla mancanza di piogge nei mesi di settembre e ottobre - evidenzia Scarcella - Stimiamo di poter avere le giuste quantità per rispondere alle richieste della nostra clientela”.



“Gli stacchi di Navel inizieranno questo fine settimana - aggiunge - Nei giorni successivi, poi, procederemo anche con le prime raccolte del limone Primofiore. La maturazione di questo agrume, contrariamente alle arance, registra un ritardo. Ma ci aspettiamo sempre un’ottima qualità. Per quanto ci riguarda, prevediamo di gestire una produzione di Primofiore inferiore del 10-15% rispetto all’anno scorso”.

Fino a giovedì 24 ottobre, l’Op Cai esporrà alla fiera Fruit Attraction di Madrid all’interno dello stand allestito da Italia Ortofrutta Unione Nazionale. “Per noi si tratta di un debutto a questa kermesse - conclude Scarcella - Abbiamo voluto essere presenti soprattutto per capire come si sta evolvendo il settore agrumicolo in altri Paesi di produzione del mondo, a partire dalla Spagna”.

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: